martedì 16 luglio 2019 19:46
BANCA CIS

San Marino. Approvato all'unanimità il provvedimento per la stabilità del sistema bancario

San Marino. Approvato all'unanimità  il provvedimento per la stabilità del sistema bancario

Dibattito ed approvazione  senza sorprese. 

Il testo era stato messo a punto dalla Commissione Finanze ieri notte

Leggi il resoconto della seduta a cura della SMNA, San Marino News Agency

Titolo della legge:  “Interventi urgenti a tutela della stabilità del sistema finanziario, garanzia dei Fondi Previdenziali e II variazione al Bilancio di previsione dello Stato per l’esercizio finanziario 2019”. 

Dalla relazione del Segretario di Stato alle Finanze, Eva Guidi

Il presente progetto di legge si inserisce nel contesto degli strumenti dì risoluzione delle crisi bancane a tutela della stablhtà del sistema finanziano di cui alla legge 14 giugno 2019 n. 102.
L'obiettivo specifico del progetto di legge è quello di salvaguardare i fondi pensione, sostenere gli interessi del risparmiatori e la stabilità del sistema economico e finanziano della Repubblica  di San Marino prevedendo l'intervento pubblico per la stabilizzazione finanziaria, di cui ... alla  legge l4 giugno 2019 n. 102, con il fine specifico di garantire e tutelare il Fondo di Accantonamento  Gestione Pensioni ed il FONDISS procedendo ad una segregazione in un veicolo pubblico appositamente  creato,  Viene quindi costituita una società per azioni denominata "Veicolo Pubblico di Segregazione  Fondi Pensione S.p.a." con un capitale sociale iniziale fissato in euro 77.000,00  (settantasettemila/OO) suddiviso in numero 77 (settantasette) azioni ordinarie nominative del valore nominale di euro 1.000,00  (mille/00). II capitale sociale è interamente sottoscritto dall' Ecc.ma Camera che è autorizzata a  conferire le risorse necessane alla costituzione della società;  a tal fine si  procede alla II Variazione al Bilancio dello Stato per l'eserczio finanziario 2019 relativamente all'adeguamento dello stanziamento previsto sul capitolo 2-3-6360 "Sottoscrizione quote e partecipazioni aZionane" ed Il contestuale
aumento del disavanzo di bilancio. 
In applicazione del provvedimento di risoluzione di Banca Centrale della Repubblica di San  Marino, predisposto  ai sensi  della legge 102/2019, al Veicolo Pubblico di Segregazione Fondi Pensione S.p.a. viene trasferito il Fondo di Accantonamento Gestione Pensioni di cui al primo pilastro, il FONDISS di cui al secondo pilastro ed i rapporti giuridici attiivi della Banca CIS così come identificati dal provvedimento di risoluzione stesso. Tali fondi pensione detenuti dal Veicolo Pubblico di Segregazione Fondi Pensione S.p.a. sono coperti da garanzia dello Stato. Inoltre, la norma dispone che ai fini contabili il veicolo pubblico iscrive a bilancio le attività al loro valore nominale e l'eventuale perdita di valore viene contabilizzata al momento dell'effettivo realizzo.   
Al Veicolo Pubblico di Segregazione dei Fondi Pensione S.p.a. viene anche trasferita, in deroga all'articolo 12 della Legge n. 102/20 19 ed al fine di ridurre l'impegno complessivo in capo allo stesso, la titolantà delle azioni di responsabilità attivate dal Commissario straordinario pnma dell'avvio del  programma di risoluzione.
Nel provvedimento di risoluzione di Banca Centrale della Repubblica di San Marino è previsto  altresì l'intervento degli Istituti di credito per la cessione di attivi e passivi della banca oggetto di  risoluzione con riguardo esclusivo alle quote del fondo chiuso istituito ai sensi del Decreto Legge  n.72/2013, ad essi la norma rrconosce alcuni sgravi fiscali.
Gli sgravi sono utilizzabili dai beneficiari nelle seguenti modalità: a) compensazione del!'imposta  generale sui redditi dovuta dall'Istituto di credito; b) compensazione delle ritenute di cui al Titolo VII  della Legge 16 Dicembre 2013 n, 166 e successive modifiche che sono a carico dell'Istituto di credito  quale sostituto d'imposta; c) compensazione dell'imposte di registro, ipotecarie, di trascrizione, di  voltura, catastali e di bollo; d) compensazione versamento dei contributi previdenziall per quei  dipendenti di Banca C1S che' vengono reimpiegati presso gli stessi Istituti di credito che partecipano  all'operazione, risultando pertanto tali contributi a carico dello Stato.
Al fine di agevolare la migrazione dei rapporti giuridici verso gli Istituti di credito che partecipano  all'operazione oggetto del provvedimento di risoluzione di Banca Centrale della Repubblica di San  Marino, il progetto di legge prevede inoltre misure di semplifìcazione degli obblighi procedurali previsti per l'assolvimento dell'adeguata verifica.