martedì 30 luglio 2019 17:03
SOGGIORNI CULTURALI

San Marino. Consegnati i diplomi della XXXIXa edizione dei Soggiorni Culturali

San Marino. Consegnati i diplomi della XXXIXa edizione dei Soggiorni Culturali
I ventotto ragazzi dei Soggiorni Culturali 2019, il coordinatore e i tutor con i funzionari della Segreteria di Stato e del Dipartimento Affari Esteri

"Si è svolta oggi a Palazzo Begni la Cerimonia di consegna dei diplomi ai ventotto partecipanti della XXXIXa edizione dei Soggiorni Culturali, coronamento di un percorso cominciato il 10 luglio scorso".

Ne da comunicazione la Segreteria agli Affari Esteri, aggiungendo: "I ragazzi sono stati accolti da Mauro Maiani, responsabile dei rapporti con le Comunità sammarinesi all'estero e dal Segretario particolare Samuele Guiducci, che ha dato lettura del discorso del Segretario di Stato Nicola Renzi, il quale non è potuto essere presente per impegni istituzionali concomitanti.

"Abbiamo notato che l'interesse per i Soggiorni Culturali è rimasto inalterato nel tempo e che i ragazzi che vi prendono parte sono sempre più preparati e motivati – ha detto – spero che questo progetto formativo vi abbia permesso di vivere in prima persona esperienze significative legate alla vostra terra d'origine".

Come per tutte le precedenti edizioni, sono stati selezionati i quattro giovani che si sono distinti per la loro padronanza della lingua italiana ma soprattutto per l'interesse e la voglia di vivere la realtà sammarinese, i quali potranno accedere di diritto ai lavori della Consulta dei cittadini Sammarinesi all'estero a ottobre 2020.

Si tratta di Anabela Righetti in rappresentanza dell'anello argentino e di Brina Agostini per quello statunitense; per l'area francofona è stata invitata Lucie Opigez mentre per l'anello italiano, Marco Perfetti.

Non è mancato, nel saluto finale, un sentito ringraziamento alla coordinatrice Linda Borgagni e ai tutor Carlotta Serra Ciotti e Raffaele Angelini, oltre che ai partecipanti. A coronamento della cerimonia, non è mancato un augurio per l'avvenire dei ragazzi, affinché sia brillante e pieno di soddisfazioni.

"Le giovani generazioni sono risorse fondamentali perché sono il nostro futuro – ha detto – e credo che i partecipanti ai Soggiorni Culturali possano rappresentare un valore aggiunto a favore del continuo rinnovamento delle Comunità dei Paesi di residenza". Come sempre, inoltre, l'auspicio è che il percorso formativo dei Soggiorni Culturali si riveli un'esperienza ricca a livello culturale, umano e sociale e che questi ragazzi portino alto il nome della Repubblica di San Marino all'estero".

Fonte: SdS Esteri