mercoledì 14 agosto 2019 14:52
INTERPELLANZA

San Marino. Ps e Psd chiedono spiegazioni sull'acquisto di immobili al Wtc

San Marino. Ps e Psd chiedono spiegazioni sull'acquisto di immobili al Wtc
World Trade Center di Dogana

Alessandro Mancini e Iro Belluzzi, rispettivamente capigruppo di Partito socialista e Partito dei socialisti e dei democratici, hanno depositato un’interpellanza sul finanziamento per l’acquisto di immobili al World Trade Center di Dogana.

Ad annunciarlo, attraverso una nota congiunta, sono Ps e Psd, spiegando che di recente il governo ha autorizzato “l’accensione di un contratto di finanziamento pluriennale con gli istituti di credito per l’acquisto di spazi da destinare a sedi istituzionali per gli uffici dell’Amministrazione, per gli enti ed aziende del Settore Pubblico Allargato e per le società a partecipazione pubblica fino alla concorrenza di 5.000.000 euro”.

Di conseguenza i capigruppo dei due partiti di opposizione, nonostante siano “ancora in attesa di poter leggereuna relazione dettagliata comprendente “tutti i contratti di locazione della Pubblica amministrazione, del Settore Allargato e delle partecipate dello Stato”, hanno deciso di interpellare il governo per sapere “per quali ragioni non è stata presentata la relazione prevista all’art. 51 della legge 147/17”.

Mancini e Belluzzi, sempre dal Congresso di Stato, sperano di ottenere risposte sul “dettaglio degli immobili oggetto dell’acquisto da parte dell’Eccellentissima Camera (ubicazione, superficie e destinazione d’uso)”, sul “nominativo del proprietario dell’immobile/i” e, “in caso i suddetti immobili siano oggetto di contratto di locazione", anche sul "nominativo del conduttore del leasing”.

Attraverso la stessa interpellanza, i capigruppo di Ps e Psd chiedono all’esecutivo “se gli immobili sono stati venduti ‘chiavi in mano’ per l’uso dedicato o se dovranno essere sostenuti ulteriori costi da parte dell’Eccellentissima Camera e, in caso affermativo, il dettaglio dei costi previsti; come è avvenuta la scelta e se sono state valutate più offerte” e, infine, “se per il finanziamento sono stati interpellati altri istituti bancari e, in caso affermativo, una copia delle proposte fatte all’Eccellentissima Camera”.

Ecco il testo integrale dell’interpellanza