martedì 20 agosto 2019 17:19
BANCHE

San Marino. Rf preoccupata per lo scenario attuale

San Marino. Rf preoccupata per lo scenario attuale

“I problemi del nostro sistema bancario risalgono a molti anni addietro, fra il 1999 e il 2004. Non certo agli ultimi due anni”.

Risponde così in una nota Repubblica futura al segretario del Partito democratico cristiano sammarinese, Gian Carlo Venturini, che “dal palco della Festa dell’Amicizia ha lanciato censure a destra e manca” quando invece “dovrebbe ricordarsi di quegli anni giacché era consigliere di maggioranza prima e membro di governo poi”.

Sempre la forza politica di maggioranza ha espresso preoccupazione “sul fatto che, fra i membri della commissione d’inchiesta, vi siano persone che abbiano avuto favori, denaro o comunque che hanno intrattenuto rapporti d’affari o professionali con chi aveva la proprietà o partecipava ad uno degli istituti bancari oggetto dell’indagine (come denunciato da Marino Grandoni con un esposto all'Ufficio Segreteria Istituzionale e poi respinta dall'Ufficio di Presidenza, ndr); se ciò fosse confermato, occorre salvaguardare la credibilità della commissione e agire di conseguenza”.

Altrettanta preoccupazione, aggiunge Rf, “destano le ricorrenti affermazioni, non nuove in verità, volte a richiedere la fine della legislatura per insediare fantomatici nuovi governi, che avrebbe come effetto immediato la decadenza della commissione d’inchiesta e la fine dei suoi lavori”.

Sarebbe, dichiara infine Repubblica futura, “un’occasione persa per fare luce su un periodo non esaltante della nostra storia in cui le otto licenze bancarie furono distribuite da governi di cui Gian Carlo Venturini sembra essersi completamente dimenticato”.

Leggi il testo integrale del comunicato