mercoledì 28 agosto 2019 09:42
IN ARRIVO PIOGGE E FRESCO,ECCO I DETTAGLI

San Marino. Meteo: ecco la prova, tra il 3-4 settembre ci sarà lo spartiacque estate-autunno

San Marino. Meteo: ecco la prova, tra il 3-4 settembre ci sarà lo spartiacque estate-autunno

The Smoking gun, la pistola fumante, la cosiddetta prova schiacciante che l'Atlantico darà il colpo di grazia ad un Anticiclone estivo che anche in queste ore sta abbracciando con i suoi 30/32°C la penisola italiana e San Marino. 

Come abbiamo scritto nell'ultimo aggiornamento, tra l'Atlantico e l'Anticiclone è in atto una partita a scacchi. L'Anticiclone si sta difendendo con tutte le sue forze ma la pressione dell'Atlantico si fa, di giorno in giorno, sempre più forte e preponderante.
La mossa che permetterà all'Atlantico di mettere in scacco l'Anticiclone estivo inizierà domenica, quando una pedina perturbata dall'Algeria/Tunisia, alimentata da venti occidentali, si muoverà verso le regioni tirreniche centro-settentrionali d'Italia portando un primo peggioramento soprattutto sulle tirreniche ma con nuvole e rovesci anche a San Marino tra domenica 1 e lunedì 2 settembre.
Questa mossa, all'apparenza innocua, sarà però fondamentale per tagliare le gambe all'Anticiclone, aprendo le porte a quello che sarà l'attacco massiccio di fronti perturbati atlantici della prossima settimana, questa volta proveniente dall'Inghilterra e dalla Francia. In poche parola la presenza di un minimo sul basso Tirreno farà da calamita ad un nuovo vasto fronte perturbato che nei primi giorni della prossima settimana andrà a formare un minimo depressionario sul mar ligure, decretando così la fine dell'Anticiclone estivo e l'inizio di una fase più piovosa.


La formazione del minimo sul mar ligure nel corso del 3 settembre concentrerà il grosso delle precipitazioni sulle regioni settentrionali e tirreniche d'Italia, e inizialmente San Marino si troverà in ombra pluviometrica, cioè protetta dall'Appennino centrale, ma questa protezione durerà poco e il peggioramento si estenderà anche da noi (da confermare con permanenza dei fenomeni anche nella giornata di giovedì 5 e venerdì 6, ma è ancora presto per definirlo con precisione) . Quello che è certo è che mercoledì 4 e giovedì 5 settembre ci sveglieremo con temperature ben lontane rispetto ai valori odierni e più vicini ad una fase pre-autunno, con la minima che viaggerà attorno ai 15°C e la massima attorno ai 20°C.
Dopo questo peggioramento, ci saranno ovviamente ritorni anticiclonici e nuove fase di bel tempo, ma ormai saremo entrati in una nuova fase, con valori termici che potranno tornare caldamente gradevoli ma i 35°C sono alle spalle per quest'anno.