mercoledì 9 ottobre 2019 23:56
DA L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino. Rete e il voto di scambio degli altri. Il commento di Antonio Fabbri

San Marino. Rete e il voto di scambio degli altri.  Il commento di Antonio Fabbri

Dopo il suo emendamento dal sapore clientelare ad hoc per gli investitori Smi, Rete insinua sul voto di scambio degli altri

ANTONIO FABBRI Dopo aver proposto l’emendamento Smi dal sapore più clientelare della storia di San Marino, Rete, in un comunicato diramato ieri - non inviato a questo giornale che, come da lista di proscrizione del movimento è sotto embargo - insinua, come è suo costume, sospetti sul presunto voto di scambio degli altri, dicendo tra l’altro che qualcuno era andato a offrire la sua candidatura anche a loro in cambio di prebende. Si sorprendono e dicono di averli mandati via. Rete, poi, nel suo comunicato dice che non farà allargamenti dell’ultimora della sua coalizione, della quale, però, all’ultimora è stata costretta a fare un restringimento, essendosene andati quelli di Mdsi. Poi il movimento dice che manterrà coerentemente la coalizione lasciando intendere di non voler ingenerare confusione tra gli elettori. Della coalizione però tiene il nome, Dim, uguale allo stesso Dim di quando c’era anche Mdsi che adesso non c’è più. Ma su questo di certo gli elettori non faranno confusione. Dim che è formato da Rete, appunto, e Motus Liberi, coi i quali condivide il programma... un po’ meno gli ideali. Comunque sono quelli di cui Gabriele Gatti ha detto in privato “...ah sì, quelli sono i miei”, per poi smentirsi in conferenza stampa. Quindi Rete fa appello ai cittadini: “Invitiamo ogni sammarinese a non votare chi gli prometta un posto di lavoro, lo sblocco di una qualche pratica, un viaggio pagato, un incarico. Invitiamo ogni sammarinese a non votare chi lo chiami a casa per chiedere il voto o chi lo inviti a cena proprio ora, in prossimità delle elezioni. La buona politica parte anche dal rifiuto della cittadinanza di accettare queste forme di corruzione, che sono moralmente e penalmente inaccettabili”... tanto loro l’emendamento Smi lo hanno già proposto e fatto approvare.