mercoledì 30 ottobre 2019 14:10
DIRITTI

San Marino. Folta partecipazione alla prima serata di Libera

San Marino. Folta partecipazione alla prima serata di Libera

"In politica bisogna essere visionari, perché solo chi è visionario poi sa essere efficace nel reale".

È il messaggio forte di Elisabetta Zamparutti, esponente in Italia del Partito radicale e dell'Associazione "Nessuno tocchi Caino", ospite a Domagnano ieri sera del primo di quattro incontri dedicati ai punti cardinali del programma di Libera. Si è partiti dai diritti, spiega Libera in un comunicato, "argomento di grande interesse vista la folta partecipazione e anche gli interventi dal pubblico a fine serata".

"Un programma di governo che abbia al primo posto i diritti fa la differenza – ha sottolineato l'ex deputata -, prefigura a mio avviso un percorso. Complimenti, non è scontato che questo avvenga e certo io in Italia non sono abituata a questo".

Percorso, quello contenuto nel programma di Libera che, per quanto riguarda il tema dei diritti, “contiene proposte molto interessanti, innovative e aderenti a domande precise dei sammarinesi: dal congedo di paternità speculare, quindi 10 giorni per i papà dopo la nascita, ai congedi successi suddivisi nei tre anni su genitori e nonni, dal diritto al part time e ai permessi parentali, al riconoscimento della figura del caregiver familiare, dai sostegni finanziari mirati all'indipendenza alla volontà di intervenire sulle differenze fra i sessi nell'accesso alla funzione politica”.

In tema di diritti, inoltre, Libera annuncia che “intende portare a compimento il percorso del progetto di legge sulla maternità consapevole; sostenere il diritto all'autodeterminazione delle persone in ogni fase della loro vita; portare a termine il percorso già avviato con l'ultima modifica alla legge sulla cittadinanza, eliminando le forme di discriminazione nell'iter di naturalizzazione con riferimento all'obbligo di rinuncia, promuovere una partecipazione attiva delle persone residenti e rendere più agevole l'accesso alla residenza e al permesso di soggiorno”.

Leggi il testo integrale della nota stampa

Fonte: Libera