venerdì 8 novembre 2019 10:04
ECONOMIA

San Marino. Dolceamaro l'ultimo Doing Business

San Marino. Dolceamaro l'ultimo Doing Business

"L'indagine Doing Business relativa al 2020 ha visto il ranking di San Marino peggiorare di 4 posizioni. Tuttavia, la distanza dalla frontiera è rimasta costante".

Lo dichiara Andrea Zafferani, segretario di Stato per l'Industria e il Lavoro, aggiungendo in un comunicato che "si è registrato un significativo miglioramento nell'indicatore 'Starting a Business', che misura procedure, tempo, costi e capitale sociale minimo per avviare una società nei vari Paesi".

"Nonostante l'indagine non abbia tenuto conto dell'informatizzazione delle procedure che è avvenuta con il decreto semplificazioni di fine aprile 2019 e della Segnalazione certificata di inizio attività realizzata qualche settimana prima, in quanto emanate troppo a ridosso della conclusione dello studio (avvenuta il 1° maggio 2019) - sottolinea sempre Zafferani -, abbiamo comunque posto in essere azioni che ci hanno consentito di migliorare, in questo ambito, la distanza dalla frontiera di 3,6 punti e il ranking relativo di 21 posizioni".

Questo miglioramento, riporta la nota, "è stato purtroppo compensato da un peggioramento nell'indicatore 'Getting Electricity' (-3,1 punti nella distanza dalla frontiera e -8 posizioni nel ranking specifico); seppure si sia registrata una diminuzione del numero delle procedure, del tempo e dei costi di approvigionamento, sembra che siano aumentati il numero e la frequenza delle interruzioni da parte del fornitore italiano a causa di malfunzionamenti nella corrente elettrica, cosa che ha fatto peggiorare la classifica del Paese".

I restanti indicatori, a seguito delle riclassificazioni dei dati che ogni anno vengono svolte dalla World Bank, "sono rimasti sostanzialmente costanti, con lievi piccole modifiche".

Zafferani, in conclusione, auspica che "il prossimo governo possa considerare l’adesione a più approfondite e solide classifiche di misurazione della competitività dei Paesi, come il Global Competitiveness Index del World Economic Forum".