domenica 10 novembre 2019 08:37
MUSICA

San Marino. Omaggio a Tebaldi e Serafin ricco di emozioni

San Marino. Omaggio a Tebaldi e Serafin ricco di emozioni
Caliò e Caruso

Un concerto emozionante al Teatro Titano, un omaggio a Renata Tebaldi che è stato anche omaggio a Tullio Serafin, celeberrimo direttore d'orchestra.

A dirlo è la Fondazione Tebaldi, spiegando in un comunicato che i protagonisti sono stati i soprani Silvia Caliò e Valentina Corò, accompagnati al pianoforte da Riccardo Caruso.

Dalla stessa nota si apprende che è stato “rinnovato il sodalizio artistico fra la Fondazione Renata Tebaldi e l'Archivio Storico Serafin sul palcoscenico del Teatro Titano, una sinergia basata sui comuni obiettivi di voler rappresentare una fattiva opportunità di studio e carriera per i giovani della lirica e offrire al pubblico l'occasione di ricordare due grandi artisti come loro stessi avrebbero voluto: con la musica e l'opera lirica”.

"Renata Tebaldi e Tullio Serafin sono stati due grandi artisti che oggi sono legati a due importanti concorsi lirici", spiega Andrea Castello, direttore artistico di Vicenza in Lirica e presidente dell'Archivio Storico Tullio Serafin, "concorsi che offrono opportunità concrete di lavoro a giovani promesse".

Il passato e il futuro del belcanto nelle parole non solo dell'organizzatore vicentino ma anche in quelle del presidente della Fondazione Tebaldi, Niksa Simetovic: "Ancora grandi nomi, ottima musica e importanti sinergie qui in Repubblica grazie all'incessante lavoro della nostra Fondazione; una eccellenza sammarinese che mai come quest'anno sta portando nel mondo il nome della Repubblica e che non può e non deve essere lasciata sola".

Anche questo evento, termina la nota, “si inserisce nel ricco cartellone delle celebrazioni del 15° anniversario della scomparsa di Renata Tebaldi e di vita della sua Fondazione, un insieme di appuntamenti che ha toccato Parma e Napoli e che a dicembre vivrà le tappe di Roma e Milano, rispettivamente grazie alla collaborazione con l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e con il Teatro alla Scala”.