lunedì 11 novembre 2019 15:47
CONSIGLIO GRANDE E GENERALE

San Marino. Nella seduta di questa mattina approvato il Rendiconto Generale dello Stato

San Marino. Nella seduta di questa mattina approvato il Rendiconto Generale dello Stato

"Approvato con 26 voti favorevoli e 5 astenuti il Rendiconto Generale dello Stato e Relazione della Commissione di Controllo della Finanza Pubblica, prevista dagli articoli 106 e 108 della Legge 18 febbraio 1998 n.30, nonché Rendiconti degli Enti Pubblici per l’esercizio finanziario 2018" 

Lo riporta il report di San Marino News Agency, che aggiunge: "I lavori del Consiglio Grande e Generale ripartono dall’analisi del Comma 2. Il Segretario di Stato alle Finanze Eva Guidi dà lettura dell’articolato relativo al Rendiconto generale dello Stato per l’anno 2018. Pdcs, Ps, Psd e il consigliere Tony Margiotta (Gruppo Misto) sollevano la questione della tardiva presentazione della relazione della Commissione di Controllo della Finanza e annunciano che non prenderanno parte al voto. “Non partecipo al voto perché ieri sera alle 22 ancora non era presente la relazione del rendiconto – afferma Pasquale Valentini (Pdcs) - Se questo è il rispetto che si ha del Consiglio Grande e Generale, io alzo le braccia e dico che l’unica cosa che posso fare è non partecipare al voto”. Inoltre viene evidenziato da più parti come la stessa Commissione non abbia potuto produrre “una relazione approfondita e dettagliata” a causa “della mancanza di fondamentali documenti e chiarimenti”. “Noi abbiamo depositato fin da giovedì tutta la documentazione per il bilancio 2020. Lo stesso vale per il rendiconto del 2018. – è la replica del Segretario Eva Guidi -. Quest’anno, stante la situazione straordinaria, la commissione avrà dovuto sicuramente lavorare con tempi più stretti. Si è dovuto correre, ma sicuramente la commissione era stata informata per tempo di quello che sarebbe stato l’iter particolare”. Il Rendiconto generale dello Stato viene quindi messo ai voti e approvato dall’Aula.

I lavori proseguono con la lettura degli articoli contenuti nei Bilanci di Previsione dello Stato e degli Enti Pubblici per l’esercizio finanziario 2020 e Bilanci Pluriennali 2020/2022. Sull’articolo 2 (Fondo a sostegno delle iniziative e dei progetti pubblico privati) non mancano critiche da parte di Lorenzo Lonfernini (Rf): “Questo articolo riprende l’articolo 20 della legge 173 del 2018, il quale stanziava 150mila euro. Ora però si passa a 40mila euro, con una riduzione di più dei due terzi. Un fondo ridotto a queste dimensioni è completamente inutile”.

Ad accendere gli animi è però l’articolo 11 (Modalità di tutela dei fiducianti della SMI). In particolare, viene contestato il fatto che l’individuazione delle coperture finanziarie per i rimborsi dei fiducianti sia stata rimandata alla prima variazione di Bilancio del 2020. Inoltre, sottolinea Alessandro Mancini (PS), “se per SMI è arrivata una risposta, la stessa risposta non è arrivata per chi ha investito nelle subordinate di Asset Banca”. “L’articolo che viene proposto – è il parere di Giuseppe Maria Morganti (SSD) - riguarda un caso specifico e non determina un’esecutorietà immediata, ma è un primo passo per fare in modo che lo Stato possa farsi carico delle difficoltà di questi cittadini”. L’Aula, su indicazione del Segretario di Stato Guidi, approva un emendamento che elimina dal testo dell’articolo il riferimento alla legge 102 del giugno 2019 sull’esclusione dei soggetti privi di meritevolezza.

Inizia, quindi, l’esame dell’articolo 12 (Anagrafica dei crediti in sofferenza delle banche) sul quale non mancano dubbi e perplessità. “La formazione dei crediti di imposta non necessariamente risponde a una volontà del debitore di non chiudere la propria posizione debitoria” rimarca Roberto Ciavatta (Rete), il quale chiede che “il comitato di sorveglianza presenti una relazione dettagliata sull’attività svolta”, perché “ad oggi non abbiamo dati ed elementi su uno dei buchi più grandi che saremo chiamati a ripagare”.

Di seguito un resoconto degli interventi

Comma 2

b) Rendiconto Generale dello Stato e degli Enti Pubblici per l’esercizio finanziario 2018 (I lettura) - Relazione della Commissione di Controllo della Finanza Pubblica, prevista dagli articoli 106 e 108 della Legge 18 febbraio 1998 n.30 c) Bilanci di Previsione dello Stato e degli Enti Pubblici per l’esercizio finanziario 2020 e Bilanci Pluriennali 2020/2022 (I lettura) (Sui progetti di legge di cui ai punti b) e c) sarà richiesta la procedura d’urgenza)

Pasquale Valentini (Pdcs);

Alessandro Mancini (PS);

Iro Belluzzi (Psd);

Lorenzo Lonfernini (Rf);

Segretario di Stato per le Finanze Eva Guidi (replica);

Roberto Ciavatta (Rete);

Tony Margiotta (Gruppo Misto);

Giuseppe Maria Morganti (SSD);

Stefano Canti (Pdcs);

Matteo Ciacci (Civico 10);

Teodoro Lonfernini (Pdcs);

c) Bilanci di Previsione dello Stato e degli Enti Pubblici per l’esercizio finanziario 2020 e Bilanci Pluriennali 2020/2022 (I lettura) (Sui progetti di legge di cui ai punti b) e c) sarà richiesta la procedura d’urgenza)

Articolo 2: Fondo a sostegno delle iniziative e dei progetti pubblico privati

Lorenzo Lonfernini (Rf);

Giuseppe Maria Morganti (SSD);

Roberto Ciavatta (Rete);

Roberto Giorgetti (Rf);

Segretario di Stato per le Finanze Eva Guidi (Rf);

Articolo 8: Interventi di disabilità e invalidità

Lorenzo Lonfernini (Rf);

Denise Bronzetti (PS);

Jader Tosi (Civico 10);

Iro Belluzzi (Psd);

Matteo Ciacci (Civico 10);

Segretario di Stato alla Sanità Franco Santi;

Articolo 11 Modalità di tutela dei fiducianti della SMI

Marco Gatti (Pdcs);

Alessandro Mancini (PS);

Alessandro Bevitori (SSD);

Tony Margiotta (Gruppo Misto);

Massimo Andrea Ugolini (Pdcs);

Stefano Palmieri (Rf);

Iro Belluzzi (Psd);

Teodoro Lonfernini (Pdcs);

Matteo Ciacci (C10);

Roberto Ciavatta (Rete);

Roberto Giorgetti (Rf);

Giusepppe Maria Morganti (SSD);

Alessandro Mancini (PS);

Stefano Palmieri (Rf);

Segretario di Stato alle Finanze Eva Guidi;

Il Segretario di Stato Eva Guidi chiede una sospensiva per poter valutare insieme all’Aula la proposta di un eventuale emendamento

Viste le considerazioni che sono state espresse in sede di dibattito, abbiamo provato a vedere se fosse possibile trovare un punto di convergenza. Andiamo dunque a presentare un emendamento che riguarda in particolar modo il tema dell’esclusione dei soggetti privi di meritevolezza, eliminando il riferimento alla legge 102 del giugno 2019.

Articolo 12 Anagrafica dei crediti in sofferenza delle banche

Roberto Ciavatta (Rete);

Teodoro Lonfernini (Pdcs);

Lorenzo Lonfernini (Rf);

Legge il report integrale