lunedì 11 novembre 2019 19:27
CONSIGLIO GRANDE E GENERALE

San Marino. Terminata poco fa la legislatura con la votazione del bilancio di previsione 2020

San Marino. Terminata poco  fa la legislatura con la votazione del bilancio di previsione 2020

La legge finanziaria 2019  è stata  approvata  dalla  ex maggioranza Adesso.sm o da altra?

Quando si è posto ai voti il  bilancio di previsione per l'anno 2020 erano presenti in aula soltanto  32  consiglieri. Di  questi solo 22 hanno votato a favore.  In pratica nessun impegno da parte delle forze politiche che anche punti importanti della legge  finanziaria non saranno  modificati dalla maggioranza che scaturirà dalle elezioni dell'8 dicembre prossimo.
Da San Marino Rtv: "Nelle dichiarazioni di voto, SSD e Civico10, hanno preannunciato convinto sostegno, mentre RF ha preannunciato l'astensione. Le altre forze politiche non hanno fatto dichiarazioni di voto".
Si aspetta la pubblicazione degli elenchi dei:  presenti,  votanti Sì, votanti No, astenuti e non votanti.  Ed ogni consigliere  venga indicato con nome, cognome e partito. 

Dalla lettera aperta della Confederazione Sammarinese del Lavoro - presente fino a qualche giorno fa al tavolo istituzionale (o della 'intellighenzia sammarinese')  che aveva il compito di 'mettere in sicurezza il Paese -  emerge un quadro sconvolgente:  il debito pubblico è "destinato a schizzare oltre il miliardo di euro, per il 90% a causa degli NPL delle banche, le cui perdite verranno poste a carico dello Stato al fine di tutelare i correntisti, con il consenso unanime delle forze politiche, sociali ed economiche".
Non solo.
Il  deficit  non sarebbe 'soltanto' di 29 milioni come figura nella legge approvata. Infatti dalla stessa lettera della Csdl si apprende che  "il disavanzo reale si avvicina a 80 milioni di euro".