venerdì 6 dicembre 2019 13:13
RASSEGNA STAMPA

I tanti avvocati presenti nelle liste. L'Informazione di San Marino

I tanti avvocati presenti nelle liste. L'Informazione di San Marino

Le questioni politiche legali e i tanti avvocati presenti nelle liste

ANTONIO FABBRI Qualche tempo fa, l’Ordine degli avvocati in un proprio comunicato chiedeva dove fossero mai le commistioni politicoforensi. In modo indicativo, ma non esaustivo, è emblematico vedere la partecipazione trasversale di avvocati nelle liste in corsa per le elezioni e non si possono non notare relazioni con temi che sono eccome al centro dell’agire politico e di quello giudiziario.

Fabio Righi (Motus Liberi), è difensore dei soci dell’Asset Banca dell’ex presidente Stefano Ercolani, nell’ambito dei pendenti ricorsi amministrativi circa il commissariamento della banca.

Rossano Fabbri (Libera), è difensore di Giuseppe Roberti, principale imputato del Conto Mazzini condannato in primo grado a 9 anni di carcere; 8 mila euro di multa, 4 anni di interdizione dai pubblici uffici e diritti politici, confisca delle somme sequestrate per 1.026.047,56 e del denaro, beni o altre utilità fino a raggiungere 7.911.687,24 euro.

Rossano Fabbri è anche avvocato dell’ex Magistrato dirigente, Valeria Pierfelici, nell’ambito dei procedimenti che la riguardano come denunciante o denunciata.

Andrea Belluzzi (Noi per la Repubblica), è difensore di Pietro Silva, imputato del conto Mazzini, condannato a 7 anni e 6 mesi, 7.500 euro di multa, quattro anni di interdizione dai pubblici uffici, confisca di denaro o beni fino a raggiungere 10.322.118,72 euro.

Gian Nicola Berti (Noi per la Repubblica), è avvocato di Gabriele Gatti, rinviato a giudizio per riciclaggio nell’ambito della contestata tangente del Centro uffici. Oltre a questo è, o è stato, avvocato anche di Stefano Ercolani. E’ avvocato anche dell’ex Magistrato dirigente, Valeria Pierfelici, nell’ambito dei procedimenti che la riguardano come denunciante o denunciata.

Maria Luisa Berti (Noi per la Repubblica), è avvocato di Roberto Ciavatta, rinviato a giudizio nel procedimento per il “blitz” in Cassa di Risparmio. Senza voler mettere in dubbio la serietà dei professionisti, che saranno sicuramente in grado di scindere il ruolo politico da quello legale, è però innegabile che le questioni forensi nelle quali sono impegnati abbiano occupato, occupano e occuperanno lo scontro politico nel corso della legislatura, come è stato in quella passata e come è stato pure in campagna elettorale. (...)

Articolo tratto da L'informazione

Leggi l'articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 22