domenica 15 dicembre 2019 07:48
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Maggioranza: 36 sono pochi, 54 troppi. La Dc temporeggia ancora un po'

San Marino. Maggioranza: 36 sono pochi, 54 troppi. La Dc temporeggia ancora un po'

Maggioranza: 36 sono pochi, 54 troppi. La Dc temporeggia ancora un po'

Anche oggi sarebbe in programma un incontro a tre tra Dc, Dim e Npr. L’obiettivo è avere una fumata bianca entro i primi giorni della settimana

ANTOIO FABBRI. Dunque, 36 sono pochi e 54 sono troppi. Si parte da questo dato matematico. 36, è il numero dei consiglieri della futura maggioranza da cui prende le mosse il sostegno al futuro governo. Un numero di consiglieri formato dalla Dc più Rete-Motus che hanno già trovato l’accordo. Adesso si tira un po’ per le lunghe per assommare a quei 36 gli altri consiglieri, siano essi gli 8 di Noi per la Repubblica arrivando a 44, o i 10 di Libera, arrivando a 46. Dopo gli ultimi confronti di ieri mattina, questa seconda soluzione appariva la più improbabile, tanto che Libera nel pomeriggio di ieri ha diramato una nota molto eloquente nella quale emerge evidente il tentativo di cercare di squalificare il proprio competitor, Npr. Allo stesso tempo, se per Dim la scelta sarebbe già chiara, considerato che Rete si è già espressa per lasciare a piedi Libera, la Democrazia cristiana che conduce i giochi temporeggia. Un po’ perché temporeggiare è nella tradizione democristiana, un po’ perché probabilmente, quando si doveva fare cadere il governo, qualche parola il Segretario democristiano qualche parola potrebbe anche averla spesa. (...)

Tratto da L'informazione di San Marino

Leggi l'articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato il giorno dopo