lunedì 27 gennaio 2020 16:24
ELEZIONI REGIONALI

San Marino. Psd si congratula con Bonaccini, Petitti e Rossi

San Marino. Psd si congratula con Bonaccini, Petitti e Rossi
Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna

Il Partito dei socialisti e dei democratici si complimenta con il Pd, in particolare con il rieletto presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e i consiglieri Emma Petitti e Nadia Rossi.

"Nonostante le ultime elezioni nazionali ed europee avessero consegnato un quadro in cui il centrosinistra era largamente minoritario, sono stati premiati il buon governo, la serietà delle persone e una campagna elettorale tutta condotta sul rapporto con i territori ed i suoi cittadini e sul rifuggire dalla rissa e dalle sterili polemiche", è il commento del Partito dei socialisti e dei democratici sull'esito delle elezioni regionali in Emilia Romagna.

Il presidente Bonaccini "ha ottenuto più della metà dei voti distanziando considerevolmente la candidata di destra che assieme al suo leader aveva puntato proprio sul cambiamento, la discontinuità, la 'liberazione' della regione dalla sinistra - sottolinea sempre il Psd in una nota -; i risultato dà quindi molta forza alla nuova giunta regionale che può proseguire un lavoro che è stato apprezzato dagli elettori".

Un impegno sul quale "anche la Repubblica di San Marino, come già espresso spesso dal Psd, deve rivolgere la sua attenzione visti i molteplici aspetti di pertinenza regionale per i quali serve una reciproca collaborazione: dai rifiuti alla sanità, dalle infrastrutture viarie ai finanziamenti europei".

Il Partito dei socialisti e dei democratici, sempre attraverso lo stesso comunicato, intende congratularsi anche con Emma Petitti e Nadia Rossi, "due compagne ben conosciute e apprezzate, per la loro rielezione nell’assemblea regionale".

Al presidente Bonaccini, ai due consiglieri di Rimini e a tutta la nuova giunta, afferma infine il partito di maggioranza, "va il nostro migliore augurio e l’auspicio per un proficuo lavoro assieme alle forze politiche che rappresentiamo".