giovedì 6 febbraio 2020 16:39
SOLIDARIETÀ

San Marino. Al via le attività contro l'uso dei bambini soldato

San Marino. Al via le attività contro l'uso dei bambini soldato

Domenica 9 febbraio alle ore 15.30, al Casale La Fiorina, un evento non solo per sensibilizzare sul problema dei bambini soldato e sulle cause che lo generano ma anche per raccogliere fondi utili a sostenere i progetti promossi nel Congo in favore della smobilitazione e del reinserimento sociale dei bambini ex soldato.

Lo afferma in una nota la Fondazione Silvana Arbia, il cui scopo è quello di “promuovere azioni di prevenzione contro l’uso dei bambini e delle bambine soldato” permettendo loro di “iniziare una nuova vita per mezzo di un’assistenza mirata e un’istruzione scolastica”.

La Fondazione Silvana Arbia prosegue nel comunicato dichiarando che “si adopera contro il coinvolgimento dei minori nei conflitti armati, contro la violenza sessuale che viene perpetrata sistematicamente, contagiando intenzionalmente con l’Hiv anche bambine ancora piccole, per la smobilitazione dei bambini soldato e per la loro reintegrazione”.

Il 12 febbraio è la Giornata internazionale dei bambini soldato, entrata in vigore il 12 febbraio 2002, con il Protocollo opzionale alla Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ma la Fondazione Silvana Arbia fa sapere che “ancora non abbiamo nulla da celebrare, solo pochi risultati da acclamare”. “Quale futuro potranno  mai avere bambini e bambine  a cui si nega di essere bambino? La nostra società è del tutto innocente ed estranea a tale angosciante fenomeno?”, si domanda la Fondazione Silvana Arbia, che infine rende note le attività svolte nell’ultimo anno: “Abbiamo aperto contatti in Uganda, già preso decisioni accorte e concrete in Congo e operiamo attraverso una rete di contatti, in particolare per quanto riguarda l’ultimazione di una scuola nella foresta del Kasai occidentale”.

Fonte: Varie