mercoledì 25 marzo 2020 14:45
RIFLESSIONE

San Marino. Don Mangiarotti su coronavirus e società di una volta

San Marino. Don Mangiarotti su coronavirus e società di una volta
Don Gabriele Mangiarotti

Nuova riflessione di don Gabriele Mangiarotti sull'emergenza coronavirus e sulla società di una volta.

“Come erano belli i tempi in cui la libertà di iniziativa, la creatività popolare, la genialità personale potevano diventare proposta e occasione di esperienze che ricreavano uno spazio libero e originale nella società e nei rapporti. (…) Sembra che non si vogliano più figli, nella paura della creatività originale, ma ripetitori, eppure, sappiamo, è la figliolanza che genera”, manda a dire don Mangiarotti.

Questi tempi di pandemia, a detta del sacerdote, “hanno mostrato che molti sanno creativamente esprimere un loro cammino comunitario che diventa una ricchezza per tutti, allargando rapporti e creando solidarietà inattese”.

"Sarà pur bello che le varie televisioni 'pubbliche' e professionali aumentino lo spazio per la comunicazione ecclesiale, questo non deve però togliere la voce e la visibilità ai più piccoli, ma capillari, e sicuramente più 'artigianali', momenti e strumenti di comunicazione, in qualche modo sostituendoli, perché con questi è senz'altro più facile entrare in sinergia, e non fermarsi alla ripetizione compiaciuta e univoca di un unico pensiero. Cadremmo nell'errore che si è fatto nel commercio di chiudere e fare fallire le 'botteghe' per affidarci ai supermercati", chiosa don Mangiarotti.

Leggi il testo integrale della riflessione di don Gabriele Mangiarotti

Fonte: Varie