mercoledì 1 aprile 2020 15:39
ECONOMIA

San Marino. L'Usc interviene sul tema della verifica dei prezzi

San Marino. L'Usc interviene sul tema della verifica dei prezzi

L’Unione Sammarinese Commercio e Turismo intende precisare quanto segue.

"In data 27 marzo u.s. riceviamo una comunicazione dalla Segreteria al Lavoro nella quale viene richiesto di “verificare i presunti aumenti di prezzi dei generi alimentari viste le segnalazioni ricevute da parte di alcuni concittadini”. La stessa era indirizzata alle organizzazioni sindacali e associazioni datoriali.

L’USC, dopo puntuale verifica, risponde prontamente agli indirizzi: “da nostra indagine, come richiesto dal Segretario Lonfernini, non risultano aumenti ingiustificati” in merito agli alimenti di prima necessità, “risulta altresì che sono in atto anche le promozioni già previste per questo periodo dell’anno”.

Successivamente troviamo la stessa comunicazione, inviata precedentemente alle organizzazioni, pubblicata da una testata giornalistica Online. Questo ha scatenato, soprattutto sui social, una “caccia alle streghe” inutile e dannosa soprattutto in un momento così difficile per tutti, sia per la cittadinanza sia per le attività che continuano ad offrire al Paese i propri servizi tra mille difficoltà.

Dare “in pasto” ai social le “chiacchiere” senza aver prima verificato attraverso concreti riscontri la veridicità delle “segnalazioni”, è alquanto inopportuno e dannoso. Generare simili allarmismi non è mai stato utile a nessuno.

Le modalità di verifiche, anche illegittime, possono essere numerose ma dal nostro punto di vista, la più consona ed inequivocabile, è quella di effettuare le opportune verifiche nelle modalità già previste per legge. (ci chiediamo: siamo sicuri che esiste una legge o normativa in merito?)

Invitiamo qualsiasi associazione, organizzazione e Istituzione al perseguimento di “un iter comunicativo corretto” e sostanziale.

Riteniamo doveroso da parte nostra ringraziare i tanti lavoratori dei punti vendita, piccoli e grandi, che rischiano ogni giorno la propria incolumità in un periodo di pandemia come quello attuale e si stanno adoperando in un settore indispensabile come quello alimentare.

Il metodo è sostanza, auspichiamo la tanto attesa crescita culturale da parte di tutti, nessuno escluso".