lunedì 6 luglio 2020 11:01

San Marino. "Emergenza sanitaria finita, ma non per gli anziani"

San Marino.

"L'emergenza Coronavirus è ufficialmente terminata il 30 giugno, ma per molti anziani le misure restrittive non sono ancora finite".

A sollevare il problema sono i segretari delle Federazioni Pensionati della CSU che questa mattina hanno spedito una lettera al Segretario di Stato alla Sanità e al Comitato di gestione dell'ISS.

 "Dopo oltre due mesi di ferreo lockdown, - affermano Elio Pozzi (FUPI-CSdL) e Armando Stacchini (FNPS-CDLS) - San Marino ha finalmente raggiunto lo status di Paese Covid-free ed avviato il piano delle riaperture e la ripresa della vita sociale, ma per il popolo della terza età le rigide misure della fase emergenziale continuano a sortire i loro effetti".

 In particolare, i segretari delle Federpensionati chiedono di sapere quando il piano della cosiddetta Fase 3 prevede l'apertura anche dei centri anziani. Si riferiscono al Centro diurno di Borgo Maggiore, che ospita anziani soli non autosufficienti, e al Centro sociale "Vivi la Vita" di Serravalle, punto di riferimento per molti pensionati.

 "Si tratta di due centri con finalità diverse, ma fondamentali per la loro attività di cura e di socializzazione - sottolineano Pozzi e Stacchini nella missiva inviata al Segretario alla Sanità - Per questo è importante sapere quando, pur nel rispetto delle necessarie norme di sicurezza, sarà consentita la riapertura di queste attività e garantita così la completa uscita dall'emergenza coronavirus anche per tante persone anziane".

---

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782