domenica 23 agosto 2020 11:04
BOCCIATURA

San Marino. Ssd non approva i progetti della segreteria Territorio

San Marino. Ssd non approva i progetti della segreteria Territorio

“Il libro dei sogni, fortunatamente irrealizzati, è l'ultima delle pubblicazioni della segreteria Territorio che ha raccolto, a dire il vero pregevolmente, tutti i progetti pensati negli ultimi anni sui centri storici di Città e di Borgo”.

Stoccata di Sinistra socialista democratica nei confronti della segreteria di Stato per il Territorio e dei suoi progetti volti a rilanciare i due centri storici della Repubblica di San Marino.

"Dai bandi di concorso vinti e non trasformatisi in progetti esecutivi della Cava degli Umbri e del parcheggio di Borgo Maggiore (quest'ultimo pare essere abbandonato), fino alle fantasie invasive di un architetto che pur di costruire volumi (e quindi incassare parcelle proporzionali) ha l'ardore di coprire la vista della Seconda Torre e la parete scavata dagli scalpellini nella roccia viva, simbolo della cultura di un popolo povero che si è fatto strada spaccando le pietre - dichiara con tono critico il partito di opposizione nella proprio newsletter -. Tante sono le pagine da cancellare nei libro dei sogni perché pensate senza alcun contatto con la realtà culturale e le necessità di generare servizi per l'intero Paese. Alcune invece sono interessanti suggestioni su cui c'è tanto da lavorare (ad esempio, il polo culturale che recupera finalmente il cinema Turismo, una delle opere di architettura moderna più importanti della Repubblica)".

A detta di Ssd, "sarebbe fondamentale dare in mano le idee migliori ad architetti che conoscono la nostra storia e puntano a valorizzarla lasciando perdere i progetti faraonici che vogliono fare andare l'acqua 'dinsù' come le terme nel centro storico o le lame sul Giardino dei Liburni firmati, apparentemente, da un'archistar giapponese".

Infine, Sinistra socialista democratica auspica che il segretario di Stato per il Territorio, Stefano Canti "non si lasci condizionare da chi pensa che il centro storico richiama i turisti solo coi negozi, ma capisca che per generare interesse prima di tutto occorre essere attivi, avere scuole, uffici, residenti che rappresentano la vera ricchezza di un territorio".

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782