mercoledì 16 settembre 2020 15:18
UNIVERSITA'

San Marino. Il terrorismo fra COVID-19 e fake news

San Marino. Il terrorismo fra COVID-19 e fake news

 

Il terrorismo fra COVID-19 e fake news, al centro di un seminario dell’Università di San Marino.

Lo rende noto l'ufficio stampa dell'Università di San Marino. "Il comandante della Gendarmeria, Maurizio Faraone, e il direttore del Centro di Formazione sulla Sicurezza dell’Ateneo sammarinese, Roberto Mugavero, saranno protagonisti del seminario “Terrorismo: fenomenologia, finanziamento e processi di radicalizzazione”, curato dall’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e in programma sabato 19 settembre dalle ore 10 nella sede universitaria di Salita alla Rocca 44, nel centro storico del Titano. Due le modalità di partecipazione previste per gli iscritti: in presenza, nel rispetto dei protocolli attuali, oppure online sulla piattaforma Teams"

"Durante l’iniziativa, che rientra nell’ambito del Master in Criminologia e Psichiatria Forense, verranno affrontati tre temi principali: la disinformazione e le fake news come ‘armi’ della conflittualità non convenzionale, gli nuovi scenari per security e intelligence derivanti dall’analisi di un caso legato a COVID-19 e terrorismo, il coordinamento degli enti di soccorso in caso di attacco terroristico.
“Fra i relatori – spiega la responsabile scientifica Elga Marvelli – sarà presente Maurizio Carmassi, che è stato ispettore capo di polizia e apprezzatissimo formatore delle forze dell'ordine. I temi che verranno affrontati durante il seminario includono l'impiego da parte dei terroristi delle fake news per creare panico tramite la disinformazione e le diverse tipologie di attacco impiegate, dal kamikaze allo sparatore solitario. Sono previste quindi alcune analisi tecnico operative e altre scientifiche. Con questo ciclo di seminari – prosegue l'accademica – vogliamo affrontare argomenti di attualità chiamando in cattedra figure provenienti da vari settori, per fare ragionare insieme diverse professionalità stimolando il dialogo, la conoscenza e la consapevolezza”.
L'iniziativa di sabato rientra nella cornice di una serie di nove approfondimenti, iniziata il 12 settembre e in programma fino al 28 novembre, durante i quali accademici, rappresentanti delle forze dell’ordine e non solo affrontano temi come il contrasto alla violenza di genere e il mobbing.
Gli appuntamenti sono rivolti agli iscritti al Master, nonché a criminologi, giuristi e professionisti attivi nei settori legali ed economici, operatori delle forze dell’ordine e della sicurezza, dipendenti pubblici, medici, psichiatri, personale socio-sanitario, sociologi, psicologi, insegnanti ed educatori.
I seminari si svolgono con il patrocinio della Direzione Generale della Funzione Pubblica e dell’Authority Pari Opportunità. Gli appuntamenti sono possibili grazie al coinvolgimento del Centro Europeo per la Medicina delle Emergenze e Catastrofi (CEMEC - Consiglio d’Europa), dell’Università degli Studi di Sassari, del Centro di Ricerca e Didattica in Studi Biomedici, dell’Istituto Giuridico Sammarinese, del Dipartimento di Scienze Umane e del Centro Universitario di Formazione sulla Sicurezza dell’Ateneo sammarinese.
Per maggiori informazioni e per consultare il calendario completo degli appuntamenti è possibile visitare il sito www.unirsm.sm nella sezione “seminari e approfondimenti” della pagina del Master in Criminologia, alla quale si accede dall’area “offerta formativa”.

---

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782