lunedì 28 settembre 2020 19:00
WEB

Il virus Trojan Horse terrorizza tutti a San Marino

Il virus Trojan Horse terrorizza tutti a San Marino

Il virus Trojan Horse ha colpito le caselle mail di governo, pubblici uffici, partiti politici e popolazione della Repubblica di San Marino.

A lanciare l'allarme sono stati alcuni componenti del Consiglio e l'Unione consumatori sammarinesi oggi su Facebook.

Sono state così tante che si fa veramente una gran fatica a contare tutte le "mail-trappola" spammate ai cittadini della Repubblica di San Marino con indirizzi riconducibili non solo alle segreterie di Stato, alle formazioni politiche e agli enti pubblici ma anche agli organi di informazione e alle associazioni. In molte di queste c'erano una password e un link in cui inserirla per ottenere contenuti video e/o documenti, mentre in altre erano presenti inviti alle conferenze stampa o ad appuntamenti negli uffici pubblici.

In una nota la segreteria di Stato per gli Affari Interni parla di "numerosi episodi di invio di e-mail da parte di domini hacker ad indirizzi riconducibili a governo, pubblica amministrazione e organismi politici".

"Si è immediatamente attivato - scrive la segreteria - l'Ufficio Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica e, nell'attesa di far luce sull'accaduto e di risolvere lo spiacevole inconveniente, si è ritenuto di bloccare, almeno per la giornata odierna, il traffico mail in entrata e in uscita verso i domini @pa.sm e @gov.sm da parte di indirizzi esterni. Resta attivo il traffico interno fra gli stessi domini e con gli enti collegati". 

L'invito a chi riceva o abbia ricevuto e-mail "sospette" da indirizzi riferibili ad enti pubblici, Pubblica amministrazione, governo o istituzioni è quello di cestinarle e, in nessun caso, di aprirne gli allegati.

Ma cos'è esattamente un trojan? Ce lo spiega Avg AntiVirus sul proprio sito internet: "Il trojan è un programma dannoso che si presenta sotto le sembianze di un software innocuo per indurre gli utenti a scaricarlo. Solitamente i trojan apportano modifiche al sistema di sicurezza, in modo da consentire l'ingresso ad altro malware o persino a un hacker. Alcuni trojan sono sostanzialmente una forma di spyware, poiché sono progettati per restare in attesa fino a quando l'utente non accede ai propri account online o immette dati e numeri delle carte di credito. Da quel momento iniziano a inviare password e altri dati al loro 'padrone'. Anche gli smartphone vengono presi di mira dai trojan e un modo comune di fare soldi per i criminali informatici è indurre il telefono del malcapitato a inviare costosi sms a numeri a pagamento".

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782