mercoledì 30 settembre 2020 07:06
RASSEGNA STAMPA

L'Informazione di San Marino: "Cacciati i giudici di appello e il commissario della legge"

L'Informazione di San Marino:

Cacciati i giudici di appello e il commissario della legge

Salgono a quota sei i giudici cacciati, più il dirigente. L’azzeramento del Tribunale da parte della maggioranza continua. Un bagno di sangue, che non viene attenuato dalla chiamata di una personalità autorevole come l’ex presidente della Cassazione, Giovanni Canzio, chiamato di fatto a ripulire la stanza dove è stata compiuta una strage. Ancora una volta nottetempo. Col favore delle tenebre, infatti, attorno all’una di notte, il Consiglio giudiziario plenario ha sollevato dall’incarico i due giudici di appello Ferdinando Treggiari e Andrea Morrone, e cancellato la nomina a commissario della legge di Massimiliano Simoncini che viene retrocesso a uditore. Il tutto applicando retroattivamente, come da parere di Antonio Baldassarre, la legge 1 del 2020 e annullando le delibere del Plenario che avevano dato avvio al reclutamento del magistrati. (…)

Quindi, con le tre “epurazioni” di lunedì sera, il numero dei magistrati fatti fuori sale a cinque, più l’ex dirigente Giovanni Guzzetta. Le ultime defenestrazioni, operate di fatto da soggetti partitici afferenti alla maggioranza e appartenenti al potere legislativo ed esecutivo, privi di qualsivoglia competenza in ambito giuridico - un quadro che il Greco apertamente stigmatizza e definisce grave - vanno ad aggiungersi a quella del commissario della legge Alberto Buriani, sottoposto ad azione di sindacato e sospeso, e a quella dell’inascoltato giudice per i rimedi straordinari, Vitaliano Esposito, che è stato di fatto indotto a rassegnare le proprie dimissioni per non vedere sradicata “la pianta dello stato di diritto”. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Leggi l'articolo integrale pubblicato dopo le 16

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782