venerdì 16 ottobre 2020 17:09
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino. Consiglio Giudiziario Plenario, regolamento per reclutamento dei magistrati già stilato?

Consiglio giudiziario plenario, nuova seduta il 21 e 22 ottobre

È stato convocato per la prossima settimana, il 21 e 22 ottobre, il Consiglio giudiziario plenario. All’ordine del giorno due punti. Il primo è relativo ai reclutamenti dei magistrati ed all’esame degli organici.

Prevede l’esame della relazione del dirigente del Tribunale, Giovanni Canzio, e del regolamento per il reclutamento dei magistrati che, si evince, sarebbe già stato stilato dal nuovo dirigente.

Di seguito, poi, ci sono i ricorsi in opposizione presentati dal professor Ferdinando Treggiari e dall’avvocato Massimiliano Simoncini, entrambi “vittime” dei provvedimenti in autotutela deliberati dal Plenario nell’ultima seduta nella quale sono stati fatti fuori due giudici di appello, Treggiari e Morrone, e appunto il commissario della legge Massimiliano Simoncini, tornato uditore commissariale.

Ora, già dall’ordine dei punti in discussione, appare singolare che prima si parli di reclutamento dei magistrati e poi si prendano in esame i ricorsi in opposizione di chi li ha presentati. Se infatti il plenario dovesse decidere di accogliere i ricorsi in opposizione, sarebbero diverse le valutazioni, quanto meno numeriche, sul fabbisogno del reclutamento dei magistrati. Anteporre, invece, tali valutazioni a quelle sul ricorso in opposizione, fa sorgere legittime perplessità su quale possa essere a priori l’orientamento che si voglia tenere. Pare, tuttavia, che la strada tracciata sia quella che si è ascoltata da alcuni consiglieri di maggioranza, i quali hanno dato per scontati gli avanzamenti interni di carriera già nell’ultimo Consiglio Grande e Generale.

Così nell’emergenza della strage di toghe che è stata fatta dall’attuale governo e dall’attuale maggioranza - emergenza già presente ma che si è aggravata notevolmente per le determinazioni assunte anche con votazioni sul cui numero legale sono ancora irrisolti molti dubbi anche perché i verbali delle sedute non sono stati mai consegnati a chi ne aveva diritto - l’orientamento è quello di procedere al reclutamento tramite la carriera interna.

La legge qualificata 145 del 2003 e successive modifiche, prevede all’articolo 3 che “il reclutamento dei nuovi Magistrati deve avvenire in via preferenziale attraverso la carriera interna”. Dunque la norma prevede che si proceda in via preferenziale alla carriera interna”. Sembra tuttavia che il Dirigente Canzio abbia rafforzato il concetto aggiungendo che si debba procedere su quella strada in via preferenziale e prioritaria, anche se la norma parla solo di preferenzialità.

E’ quindi scontato che “la Juve vinca sul San Marino”, come ha fatto presente in Consiglio, usando questa metafora, l’avvocato Gian Nicola Berti - legale di Valeria Pierfelici nell’ambito dei diversi procedimenti aperti a carico della ex magistrato Dirigente e di quelli da lei avviati nei confronti di altri magistrati - sostenendo quindi l’avanzamento di carriera della sua assistita.

L’azione del Plenario, in riunione la settimana prossima, pare quindi andare in quella direzione.