martedì 1 dicembre 2020 20:32
CONSIGLIO GRANDE E GENERALE

San Marino. In Consiglio confronto sul Bilancio di Previsione dello Stato

San Marino. In Consiglio confronto sul Bilancio di Previsione dello Stato

Nella seduta pomeridiana sono proseguiti gli ultimi interventi delle comunicazioni per concludere il dibattito con l'appello lanciato all'Aula del consigliere Manuel Ciavatta, Pdcs a ricercare “soluzioni insieme”, fermando il rimpallo delle responsabilità ascoltato nel corso degli interventi precedenti. In riferimento alle difficoltà nel reperimento di finanziamenti internazionali, Ciavatta poi ringrazia l'opposizione: “Ci chiede di illustrare le soluzioni perché la gente non può sostenere che un governo si impegni a fare debito in maniera impagabile- manda a dire- dall'altra parte chiedo all'opposizione di ricordarsi che con un rating migliore si poteva chiedere un finanziamento nella passata legislatura, ma non è stato fatto”.  Il consigliere Pdcs anticipa infine anche le difficoltà nell'affrontre il bilancio previsionale 2021: “Un  bilancio fatto senza risorse non è facile e chiede il più possibile condivisione, vogliamo continuare a passarci la palla per cercare responsabilità- domanda- o vogliamo cercare nuove soluzioni?”.

L'Aula passa ad affrontare i commi successivi con una serie di nomine per giungere all'esame in seconda lettura del Progetto di Legge Costituzionale - “Modifica della Legge Costituzionale 30 ottobre 2003 n.144 e sue successive modifiche”, presentato dal Segretario di Stato con delega alla  Giustizia, Massimo Andrea Ugolini. “Il progetto di legge amplia le competenze dei Giudici per l'azione di responsabilità civile- spiega la relazione del provvedimenti- i quali saranno chiamati a giudicare suiprocedimenti civili, penali o amministrativi su cui i giudici ordinari si siano validamente astenuti o siano stati validamente ricusati o comunque non possano giudicare per essersi già pronunciati”. Il provvedimento viene approvato a larga maggioranza con 47 voti a favore, nel corso del dibattito i consiglieri di minoranza di Libera annunciano voto a favore, quelli di Rf l'astensione. Si apre quindi il Comma 8 sul Bilancio di Previsione dello Stato per l’esercizio finanziario 2021 (I lettura), presentato dal Segretario di Stato per le Finanze Marco Gatti. Nel corso del suo intervento, il Sds Gatti coglie l'occasione per rispondere alle critiche avanzate nelle comunicazioni da parte dell'opposizione per il mancato reperimento di finanziamenti internazionali. “Non ci sono le condizioni per andare sul mercato, le condizioni che vogliamo noi e che consideriamo giuste, per questo non abbiamo collocato sul mercato bond- spiega- stiamo lavorando per un prestito ponte di breve periodo”, da 150 mln di euro. La collocazione dei titoli di debito pubblico sul mercato passa quindi al 2021 e resta comunque “la strada da seguire”, perciò viene riproposto l'articolo inserito nella precedente legge di Bilancio. Dal fondo monetario si potranno reperire altri 200 mln di euro, prosegue, grazie a un piano di riforme. Il Segretario di Stato quantifica poi le necessità dello Stato: risorse per 150 mln di euro saranno destinate al risanamento del settore bancario, 100 mln di euro sono invece necessari al sostegno dell'economia e altrettanti per dare liquidità allo Stato e mantenere la macchina pubblica.

Inizia così il dibattito sul provvedimento, tra gli interventi, quello di Emanuele Santi di Rete:  “Non ci soddisfa appieno questo bilancio- manda a dire il consigliere di maggioranza- tra prima e seconda lettura sarà possibile calmierare gli effetti negativi”. In particolare, “saltano all'occhio i 150 milioni di euro del prestito ponte su cui siamo in dirittura d'arrivo che tra un anno dobbiamo restituire- osserva- ma è impensabile uscirne con un disavanzo altissimo”.

Il dibattito viene interrotto in chiusura di seduta e riprenderà domani mattina.

 

Di seguito un estratto degli interventi del pomeriggio.

 

Comma 1. Comunicazioni

Luca Boschi, Libera;

Sara Conti, Rf;

Gian Matteo Zeppa, Rete;

Manuel Ciavatta, Pdcs;  

Comma 6. Progetto di Legge Costituzionale - “Modifica della Legge Costituzionale 30 ottobre 2003 n.144 e sue successive modifiche”/ approvato con 47 voti a favore.

Massimo Andrea Ugolini, Sds con delega alla Giustizia;

Marco Gatti, Sds per le Finanze;

Leggi il report integrale

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782