domenica 27 dicembre 2020 08:15
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Osla e Usot infuriate con il governo

San Marino. Osla e Usot infuriate con il governo

“Beffati dal decreto, siamo a rischio collasso. Risorse al più presto anche a fondo perduto”

“Il nuovo decreto che pone forti limitazioni agli spostamenti e alle attività del settore turistico, della ristorazione e del commercio è un durissimo colpo”. A sostenerlo sono l’Organizzazione sammarinese imprenditori e l’Unione sammarinese operatori turismo, che all’unisono spiegano: “Ora scatta la chiusura totale fino al 7 gennaio, e non basteranno di certo l’asporto o le consegne a domicilio per reggere l’urto. Non parliamo solo di mancati incassi bensì di perdite generate dal fatto che ristoranti, bar e strutture ricettive han preso ordinazioni e comprato materie prime per prepararsi alle feste”. (…)

Alla luce di tutto ciò Usot e Osla chiedono al governo “innanzitutto di assumersi le proprie responsabilità di fronte alle aziende e ai lavoratori del settore, e di reperire il prima possibile le risorse da destinare al settore anche a fondo perduto per evitare il collasso del comparto e di non pensare semplicemente a reclami sui social, che in certe circostanze producono anche effetti contrari a quelli desiderati. Anche perché abbiamo visto che quando si vuole, vedi il prestito dei giorni scorsi per pagare stipendi pubblici e tredicesime, i soldi si trovano in fretta e senza alcun tipo di sforzo con spending review”.

Articolo tratto da Corriere Romagna

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782