martedì 12 gennaio 2021 22:36
L'INFORMAZIONE DI SAN MARINO

San Marino. Sospensione dello sciopero degli avvocati prorogata fino a marzo

Sospensione dello sciopero degli avvocati prorogata fino a marzo

Il 7 ottobre dello scorso anno l’Assemblea dell’Ordine degli avvocati aveva deliberato la sospensione dello sciopero dalle udienze penali, stabilendo che, se alcune condizioni non si fossero verificate, senza necessità di riconvocazione dell’assemblea, lo sciopero sarebbe ripreso dal primo gennaio. Così non è stato, anzi, alcune udienze si sono già celebrate. A quanto si sa, anche se non è stato reso noto pubblicamente, il 28 dicembre si è svolta una Assemblea dell’Ordine che ha stabilito di posticipare “l’ultimatum”. Insomma, la sospensione è stata prorogata.

Ricapitolando: ottobre l’assemblea dell’ordine aveva deliberato “ora per allora, di riprendere lo stato di asten- sione dalle udienze alla data dell’1.01.2021, senza necessità di ulteriore convocazione assembleare, qualora, nelle more, non si proceda: 1) a rendere effettiva la legge sul giusto processo prevedendo la sanzione della nullità assoluta in caso di violazione delle prescrizioni nella stessa contenute; 2) a porre rimedio al problema creatosi per effetto della decadenza dei Giudici d’Appello, in ordine alla esecutività immediata delle sentenze di primo grado; 3) alla immediata approvazione della legge delega per la riforma del codice di procedura penale, con nomina di un giureconsulto di chiara fama; 4) ad approvare una legge che consenta che le questioni di legittimità costituzionale sollevate in via incidentale in ogni grado ed ordine di giudizio, debbano essere trasmesse in via diretta al Collegio Garante, che ne vaglierà l’ammissibilità”.

I punti fissati non risulta abbiano avuto risposta, tuttavia l’Assemblea degli avvocati di fine dicembre ha deciso di concedere ancora tempo per ottenere risposte a delle questioni che, obiettivamente, non sono di poco conto. La sospensione dell’astensione dalle udienze, dunque, viene prorogata fino al mese di marzo, anche se tra le toghe il malumore rimane e, anzi, molti avvocati riscontrano che negli ultimi mesi la situazioni sarebbe addirittura peggiorata.