lunedì 25 gennaio 2021 16:00
RICORRENZA

San Marino. La Csdl non dimentica la tragedia della Shoah

San Marino. La Csdl non dimentica la tragedia della Shoah

"La tragedia della Shoah va ricordata per tenere sempre vivo in tutte le generazioni di oggi e di domani il ricordo di questa pagina tra le più oscure della storia umana".

Con queste parole la Confederazione sammarinese del lavoro, "nell'aderire pienamente al Giorno della Memoria che si celebra il prossimo 27 gennaio", intende "ricordare e commemorare le milioni di vite umane stroncate dalla violenza annientatrice del nazifascismo".

"La violenza nazista non ha colpito solo il popolo ebraico, vittima di un programma di vero e proprio sterminio razziale, e le minoranze etniche: anche il mondo del lavoro ha pagato un tributo importante - manda a dire in una nota il sindacato sammarinese -. Nella sola Italia furono migliaia i lavoratori deportati nei campi di concentramento e di sterminio, a seguito di scioperi nelle grandi fabbriche o per atti considerati eversivi, come i sabotaggi alla produzione bellica nazi-fascista. Tanti lavoratori hanno pagato con la vita le scelte di opposizione politica al regime nazi-fascista, che non tollerava alcuna forma di protesta e inviava nei campi di sterminio i lavoratori che non condividevano i loro inumani obiettivi".

"Non possiamo, non dobbiamo dimenticare tutte le vittime dello sterminio nazista - afferma con forza la Csdl -, tra cui anche le migliaia di lavoratori e anche militanti sindacali che hanno subito gli orrori della deportazione, dei campi di lavoro e delle camere a gas".

E i lavoratori "hanno avuto un ruolo centrale nella storia della Resistenza, poiché migliaia di operai hanno contribuito alla cacciata del nazifascismo riorganizzando il sindacato democratico nelle fabbriche e contribuendo a riannodare i rapporti tra le persone; ciò, pagando prezzi elevatissimi".

Il Giorno della Memoria, "che celebriamo ogni anno, ci ricorda che è un dovere morale ricordare questo passato così tragico e continuare a combattere senza paura ogni genere di razzismo e di totalitarismo, rafforzando i valori della democrazia e dell'uguaglianza di tutti gli esseri umani, indipendentemente dalla appartenenza etnica o politico-religiosa, per realizzare una società più inclusiva, libera e solidale", chiosa infine la Csdl.

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Fonte: CSdL