giovedì 11 febbraio 2021 07:36
RASSEGNA STAMPA

Coronavirus, in arrivo a San Marino il vaccino russo Sputnik V

Coronavirus, in arrivo a San Marino il vaccino russo Sputnik V

San Marino pronto ad acquistare lo Sputnik

MONICA RASCHI - Sono passati 45 giorni da quanto, in Europa, sono iniziate le vaccinazioni contro il Covid, ma a San Marino non è arrivata ancora nessuna fiala nonostante gli accordi con l’Italia, prima verbali, poi sottoscritti l’11 gennaio, che prevedevano l’invio di 50mila dosi vaccinali per immunizzare 25mila persone. A questo punto il governo sammarinese, come annunciato dal ministro alla Sanità, Roberto Ciavatta, ha affermato di essere pronto a perseguire altre strade per l’approvvigionamento, ma chiede il consenso dell’aula parlamentare. Questo perché la scelta alternativa, prioritariamente vagliata, sarebbe quella che porta in Russia e al suo Sputnik V, non ancora approvato dall’Agenzia del farmaco europea ma nemmeno da quella statunitense, nonostante il vaccino sia già usato in molti Paesi del mondo (in Europa lo ha già introdotto l’Ungheria). Una decisione sofferta quella del governo sammarinese che ha sempre annunciato di voler seguire tutti i protocolli sanitari dell’Unione europea (pur non facendo parte della Ue) e per questo si è affidata all’Italia per la fornitura. Ma, a questo punto, non sembra esserci altra strada, considerato che San Marino non avrebbe bisogno di autorizzazioni non avendo una vera e propria Agenzia del farmaco. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782