giovedì 4 marzo 2021 06:35
RASSEGNA STAMPA

Prenotazione vaccini anti-Covid, L'Informazione di San Marino: "È legittimo lamentarsi"

Prenotazione vaccini anti-Covid, L'Informazione di San Marino:

L’Informazione di San Marino: Prenotazioni vaccini, ecco perché è legittimo lamentarsi del disservizio

“Siamo gli ultimi ad iniziare la campagna vaccinale”, ha detto qualche giorno fa il direttore generale dell’Iss, Alessandra Bruschi. E tutti ad applaudire perché è arrivato lo Sputnik. Ora, passi che fare di necessità virtù esprimendo soddisfazione di essere arrivati ultimi, rientra nello spirito di autoconservazione della specie, ma a fronte di un accordo arrivato l’11 gennaio - circa 20 giorni dopo l’inizio della campagna vaccinale in Italia - si è iniziata una campagna di vaccinazioni due mesi dopo il resto d’Europa, circostanza che, più che soddisfazione, avrebbe dovuto imporre una seria meditazione su eventuali dimissioni. Pretendere però che di fronte al dilettantismo e disservizio organizzativo i cittadini non si lamentino, è francamente troppo. (…)

I fatti, per molti o per qualcuno non importa, sono questi: “Mio babbo ha 81 anni. Da venerdì mi metto al telefono per prenotare la vaccinazione. Scarico pure l’applicazione auto-redial, per chiamare pressoché di continuo visto che è sempre occupato. Alla sera, alle 16, non sono ancora riuscito a prendere la linea. San marino Rtv strombazza la notizia dell’Iss secondo la quale è stato predisposto un sistema di prenotazione on-line. Bene, ci vado, prenoto e mi arriva una mail che mi dà un numero di prenotazione e mi dice che sarò contattato per l’appuntamento entro 4 giorni. C’è poi un link che permette di vedere a che punto è la prenotazione. Mi metto buono e aspetto, come si addice ad ogni cittadino che non vuole fare prevaricazioni. Ho fatto la prenotazione on-line, non vado ad intasare linee che devono restare libere per chi non vi ha ancora provveduto. Ad oggi (quarto giorno lavorativo) ancora niente. Nessuna risposta. Il link dice ‘la richiesta non è stata evasa’. Decido di informarmi meglio il giorno successivo, il quinto. Arriva mio babbo a casa mia, alle 12, che mi dice che mia cugina - sua nipote - si è messa al telefono, dopo ore è riuscita a prendere la linea, ha parlato con un operatore, questi gli ha detto che le prenotazioni on-line ‘non valgono più’ e dà appuntamento a mia mamma per domani. Nessuna mail mi è arrivata per dire che quella prenotazione non era più valida, né sull’informazione locale mi risulta essere uscito un primo avviso”. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Leggi l'articolo integrale pubblicato dopo le 17

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782