mercoledì 7 aprile 2021 11:38
ESTERI

San Marino. Pedini Amati a Dubai per Expo 2020

San Marino. Pedini Amati a Dubai per Expo 2020

Il Segretario di Stato per il Turismo, la Cooperazione, le Poste e l’Expo Federico Pedini Amati è atterrato nella notte a Dubai e da oggi, accompagnato dal Commissario di San Marino per l’Expo 2020 e Ambasciatore di San Marino negli Emirati Arabi Uniti Mauro Maiani sarà impegnato in una serie di incontri organizzativi e preparatori all’esposizione universale che si aprirà il prossimo primo ottobre.

Oltre ad una serie di tavoli tecnici e alla visita al sito che ospiterà l’evento e al padiglione di San Marino, il Segretario di Stato incontrerà S.E. Reem Al Hashimy, Ministro della cooperazione internazionale Direttore Generale dell’Organizazione dell’Expo 2020. Il rientro è previsto per la mattinata di venerdì.

Federico Pedini Amati (Segretario di Stato per il Turismo, la Cooperazione, le Poste e l’Expo): “Ho chiesto e ottenuto la prestigiosa delega all’Expo di questo Governo perché ne riconosco il valore internazionale in termini di promozione turistica, commerciale, di immagine e di cooperazione. Non ero riuscito a fissare la trasferta a Dubai lo scorso anno ma grazie al lavoro del Commissario Maiani abbiamo fissato da tempo questo appuntamento non più rimandabile che prevede l’incontro coin S.E. Reem Al Hashimy e con diversi tecnici per determinare gli orientamenti generali necessari per il completamento del Padiglione del nostro Paese. Visiterò gli spazi destinati a San Marino e accompagnerò il Commissario ai tavoli tecnici e organizzativi. Nella giornata di ieri, nonostante il viaggio, sono riuscito a seguire, in videoconferenza, il Congresso di Stato. Ho apprezzato la volontà dei colleghi di continuare a lavorare a testa bassa e con l’impegno di sempre ai progetti che abbiamo sul tavolo, pur dedicando attenzione a quanto accaduto il primo aprile. A tal proposito, comunque, continuo a sostenere come già specificato nel Comunicato Stampa dell’Esecutivo, che sia necessario fare chiarezza con indagini condotte da chi ne ha facoltà e che chi ha sbagliato debba risponderne alle autorità preposte”.

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782