sabato 29 maggio 2021 15:04
CONFRONTI

Italia-San Marino, Dml: "Si apre una nuova fase"

Italia-San Marino, Dml:
Il segretario di Stato per l'Industria, Fabio Righi, e il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti

"Massima soddisfazione per le notizie arrivate da Roma, in particolare per il proficuo incontro fra il segretario di Stato per l'Industria, Fabio Righi, e il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti".

Lo dice Domani-Motus Liberi, spiegando in una nota che l'incontro fra il segretario di Stato per l'Industria, Fabio Righi, e il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, è stato "un approfondimento sullo stato dell’arte dei rapporti, particolarmente concreto, nel quale sono stati affrontati temi assolutamente vitali per il presente e il futuro del nostro Paese".

"Al di là delle formule di maniera, infatti, è stato strutturato un tavolo tecnico permanente di confronto, proprio per individuare i principali ambiti di comune interesse, definire strategie di collaborazione e provvedimenti per lo sviluppo economico - sottolinea il movimento di governo -. In sostanza, imprenditori e operatori sammarinesi avranno un interlocutore e un canale privilegiato che in qualsiasi momento potrà essere aperto per rispondere alle specifiche istanze. Quali ambiti di interesse sono stati naturalmente indicati industria, artigianato e commercio, ma anche la digitalizzazione, l’e-commerce, l'aerospazio, fino alla sicurezza economica e al riposizionamento economico a livello internazionale di San Marino. Una collaborazione strategica fra pari, nella quale la nostra Repubblica non interpreterà il ruolo di semplice spettatrice o subalterna, ma grazie all’impegno e alle idee messe in campo dalla segreteria Industria, Artigianato e Commercio, sarà protagonista delle scelte, divenendo in questo modo una opportunità per la stessa Italia".

Domani-Motus Liberi, infine, sostiene che "la viva voce di Giorgetti a San Marino Rtv sia stata più eloquente di tanti comunicati stampa: non a caso ha precisato che 'non si parla di tavolo tanto per farlo, ma di un luogo di confronto dove non solo affrontiamo i problemi ma li preveniamo e dove si individuano le aree di collaborazione'. Non possiamo dunque che concordare col ministro italiano: 'crediamo di essere realmente entrati in una nuova fase dei rapporti con l’Italia'”.

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782