mercoledì 21 luglio 2021 15:58
POLITICA

Aborto, Comitato Uno di noi: "Ipocrita voler ridurre l’aborto ad un fatto privato"

Aborto, Comitato Uno di noi:

"Quando la donna è sostenuta e non abbandonata a sé stessa e trova una rete di persone a cui stanno a cuore lei stessa ed il suo bambino la vita può fiorire ed è possibile aspirare ad una società migliore dove tutti sono amati e tutelati, a partire dal più piccolo e fragile ossia colui o colei che deve nascere".

Lo sostiene "Uno di noi", il comitato contrario al referendum sull'aborto che si celebrerà a San Marino il 26 settembre prossimo.

"Forse agli occhi di qualcuno - scrivono gli attivisti - potrebbe sembrare più facile schierarsi nel fronte di chi vuole l'aborto. La scelta più semplice per una società sempre più parcellare, ove ognuno è chiamato a risolvere da solo i suoi problemi.

A noi tuttavia pare ipocrita voler ridurre l'aborto ad un fatto privato e di poco conto. Nella vita reale così non è.

Ma chi raccoglie la disperazione di tante donne e mamme, anche di San Marino? E dove si possono vedere le gesta concrete di chi opera a favore della vita? Perché come non si può semplicemente comunicare ad una donna che è lecito sopprimere la vita che porta in grembo, non si può neppure liquidarla dicendole che non è legale abortire ed abbandonarla da sola ai suoi problemi".

Leggi il comunicato integrale

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Fonte: Varie