venerdì 6 agosto 2021 00:03
IL CASO

Vaccinati a San Marino esentati dal green pass fino al 15 ottobre

Vaccinati a San Marino esentati dal green pass fino al 15 ottobre

Alla fine la attesa soluzione del governo italiano al caos green pass per i vaccinati con Sputnik a San Marino è arrivata con un decreto legge licenziato nel tardo pomeriggio di giovedì.

E consiste nell'esenzione per tutti i vaccinati a San Marino dall'obbligo di avere e mostrare il green pass in quelle attività in cui da venerdì 6 agosto è invece previsto.

Il tema è stato sollevato in conferenza stampa dal giornalista Alexander Logunov dell'agenzia stampa Rossiya che, come fatto nei giorni scorsi da Romano Prodi in un altro contesto pubblico, ha espressamente chiesto di San Marino e di Sputnik al ministro alla Salute Roberto Speranza. 

"Esiste la possibilità che l'Italia riconosca lo Sputnik prima che arrivi la luce verde dall'Unione europea?" è stato la domanda. 

"In questo decreto - ha risposto Speranza - noi diamo una prima soluzione alla questione che riguarda i cittadini di San Marino che come noto rappresentano per noi un interlocutore importante anche per naturali motivi di contiguità territoriale.

Noi disponiamo in uno degli articoli, il numero 6 del decreto, una disposizione che sarà valida fino al 15 di ottobre che consentirà l'esenzione, così come ci sono esenzioni per altre ragioni, per i cittadini di San Marino che hanno ricevuto la somministrazione del vaccino". Senza distinzioni tra Pfizer o Sputink.

Il ministro ha poi chiuso definitivamente la possibilità che l'Italia possa riconoscere lo Sputnik prima che lo faccia Ema. "L'Italia ha una relazione assolutamente costruttiva con Ema - ha detto - che è la nostra agenzia europea di riferimento, la procedura dentro quella agenzia è ancora in itinere e noi vincoliamo come paese l'approvazione di vaccini solo all'approvazione di Ema".

"Quindi - ha aggiunto tornando su San Marino - la nostra è una soluzione di natura transitoria che tiene conto di queste specificità di San Marino e che consentirà in questo tempo congruo una ulteriore valutazione sia all'Ema sia alle autorità di San Marino rispetto, diciamo, eventuali utilizzi anche di altri vaccini".

Quindi l'auspicio del governo italiano è che questi due mesi servano ad Ema per arrivare all'approvazione dello Sputnik. Ma è il passaggio sull'utilizzo di altri vaccini da parte di San Marino che lascia più perplessi. A maggior ragione leggendo lo stralcio comunicato stampa diramato dal Cdm sul nuovo decreto. In riferimento ai vaccinati a San Marino, si legge, "sarà adottata una circolare che disciplinerà un nuovo percorso vaccinale compatibile in coerenza con le indicazioni dell’Agenzia Europea per i medicinali".


I DUBBI

Cosa sia questo "nuovo percorso vaccinale" al momento non è chiaro. Ma le parole di Speranza fanno ipotizzare che, per i circa 19mila sammarinesi e residenti vaccinati in precedenza con Sputnik, il richiamo vaccinale, la famosa terza dose di cui si parla da tempo, possa avvenire con un farmaco diverso. In questo senso sono stati annunciati studi per capire l'efficacia del mix tra Sputnik e AstraZeneca che però non daranno risultati prima della primavera 2022.

Un altro dubbio che andrà chiarito è come sarà possibile per gli esercenti italiani verificare se un sammarinese è vaccinato, quindi esente dall'obbligo del green pass, oppure no. Qui l'ipotesi più verosimile è che venga riconosciuto come strumento di verifica la tessera vaccinale che l'ISS ha rilasciato ai cittadini vaccinati dalla fine di aprile 2021.

E soprattutto: cosa succederà tra oggi, in cui scatta l'obbligo del green pass in Italia, e l'emissione della circolare esplicativa che farà chiarezza sul punto precedente? Sarà comunque valida l'esenzione dei sammarinesi vaccinati?

 

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui: paypal.me/libertas20
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782