mercoledì 13 ottobre 2021 17:01
AMBIENTE

Future Needs: Biodiversità - la risposta naturale ad un cambiamento necessario

La biodiversità è la straordinaria varietà della vita sulla Terra, e noi esseri umani dipendiamo da essa per tutto:  cibo, acqua, aria.
 
La protezione della biodiversità ha giustificazioni economiche ineludibili. Oltre la metà del PIL mondiale dipende dalla natura e dai servizi che fornisce; in particolare tre dei settori economici più importanti — edilizia, agricoltura, settore alimentare e delle bevande — ne sono fortemente dipendenti.
 
La natura versa però in uno stato critico. Cambiamenti dell'uso del suolo e del mare, sfruttamento eccessivo delle risorse, cambiamenti climatici, inquinamento e specie esotiche invasive stanno facendo rapidamente scomparire l'ambiente naturale.
 
La perdita di biodiversità e il collasso degli ecosistemi sono quindi tra le minacce principali che l'umanità dovrà affrontare nel prossimo decennio.
 
Al fine quindi di contribuire attivamente e di proporre soluzioni pratiche, lo IED - Institute of European Democrats – e Repubblica Futura organizzano la conferenza FUTURE NEEDS: Biodiversità - la risposta naturale ad un cambiamento necessario, che si terrà giovedì 14 ottobre, a partire dalle ore 17.30, presso la Prestige Meeting Lounge del San Marino Outlet Experience.
La conferenza si aprirà con un messaggio di saluto di Francesco Rutelli, Presidente IED, e dalla coordinatrice di Repubblica Futura Mara Valentini.
 
Durante la conferenza interverranno Marco Gualtieri - imprenditore e fondatore di Seed&chips e di Sustain&Ability - che ci parlerà di come la biodiversità sia il nuovo paradigma di ispirazione per il mondo dell'economia. Fritz Höfler -  tedesco, che illustrerà come migliorare la biodiversità nei quadri agricoli esistenti. il progetto Agrobiodiversità - interazioni tra uso del suolo e biodiversità. Piero Manzoni - Amministratore Delegato di Neo Rurale Hub - mostrerà il Modello Giussago - Milano e di come la biodiversità può davvero generare valore ed economia. Florence Wijsbroek - presidente del Balkans Institute for Sustainable Development - ci parlerà invece del quadro normativo dell'Unione Europea a tutela della biodiversità.
 
A tutti gli ospiti sarà consegnato un dono speciale. Sarà infatti consegnato un vasetto realizzato dai ragazzi in inserimento terapeutico del laboratorio Barbò Ceramica, progetto della Cooperativa Sociale InVolo che incentiva l'inclusione lavorativa delle fasce più deboli della società.
 
Al loro interno dei semi di lavanda quale simbolo per contribuire all'equilibrio naturale, offrendo un'opportunità di ristoro agli insetti impollinatori e beneficiando noi stessi delle proprietà curative della pianta.