mercoledì 22 ottobre 2008 09:05

Pari (PDCI): potenziare le strutture della giustizia contro le infiltrazioni mafiose

Pari (PDCI): potenziare le strutture della giustizia contro le infiltrazioni mafiose
Le infiltrazioni mafiose a Rimini e nella riviera, in particolare del famigerato clan dei "casalesi", sono una "questione tremendamente seria". Dopo la pubblicazione del rapporto della Direzione investigativa antimafia (la Dia ha segnalato la costante penetrazione di camorra e 'ndrangheta nel tessuto economico romagnolo), Eugenio Pari, capogruppo dei Comunisti italiani in Consiglio comunale, invita a tenere alta la guardia contro la "crescita esponenziale" delle attivita' criminose.
Una crescita favorita anche da "una predisposizione del nostro tessuto economico- osserva in una nota- che per caratteristiche si presta ai fenomeni di riciclaggio".
Per questo, il capogruppo Pdci chiede un pressing istituzionale sul governo Berlusconi: "Occorrono pressioni verso il governo centrale per potenziare le strutture della giustizia e per coordinare con piu' forza le azioni investigative- dice chiaro e tondo- in questo senso ho sempre ribadito che la semplice richiesta di piu' uomini, magari per contrastare l'abusivismo commerciale, e' insufficiente quando le organizzazioni della grande criminalita' vedono nelle nostre citta' un terreno di conquista". Soprattutto, pero', "non si puo' continuare a fingere che il problema non ci sia".