lunedì 29 dicembre 2008 08:38

Il consigliere comunale Eugenio Pari (PDCI) boccia la Holding: operazione sbagliata

Il consigliere comunale Eugenio Pari (PDCI) boccia la Holding: operazione sbagliata
La holding non s'ha da fare. La pensa cosi' Eugenio Pari, consigliere comunale a Rimini per il Pdci che boccia l'intenzione dell'amministrazione di finanziare opere e investimenti per un valore di 17 milioni di euro con i proventi che deriverebbero dalla costituzione di una Holding. Questa societa'- riassume Pari in una nota- dovrebbe incamerare tutte le azioni delle aziende partecipate di cui il Comune e' socio o proprietario.
Ma per il consigliere si tratta di un'operazione sbagliata, non percorribile e pericolosa per il bilancio del 2009 e per molti bilanci a venire. Perche'? Con la costituzione della Holding assisteremmo ad un allungamento della catena delle responsabilita' composta da un soggetto in piu', infatti ci sarebbero il Comune, la holding e le societa' operative. E questo allungamento piuttosto che produrre efficienza produrrebbe ulteriore deresponsabilizzazione di fronte ai disservizi e alla formazione delle tariffe.
Inoltre, ricorda Pari, la finanziaria del 2008 vieta ai Comuni la costituzione di nuove societa'. Questa situazione produrrebbe un allentamento dei controlli gia' oggi molto debole a doppio svantaggio dei cittadini che vedrebbero aumentare le tariffe e svalutare il valore delle delle azioni delle aziende di cui sono proprietari.