martedì 1 marzo 2011 00:15

Rimini: Il Sindaco Ravaioli ringrazia le forze dell'ordine

Rimini: Il Sindaco Ravaioli ringrazia le forze dell'ordine

Il primo cittadino riminese Alberto Ravaioli è soddisfatto dell'ottimo lavoro svolto dalle forze dell'ordine e non è la prima volta che si complimenta: “Sono già intervenuto diverse volte, nei mesi scorsi, per complimentarmi con le diverse Forze dell’ordine che operano per la sicurezza, la prevenzione e il contrasto al crimine e all’illegalità sul territorio della nostra città. Torno a farlo oggi con convinzione per il recentissimo arresto, da parte della squadra Mobile della Questura di Rimini, del rapinatore responsabile con i suoi complici dell’assalto sanguinoso alla gioielleria di Marina centro".

Ravaioli continua col suo discorso citando anche fatti importanti avvenuti nel passato: "Ma nel novero dei ringraziamenti e delle congratulazioni, che a nome della città di Rimini rivolgo e ho rivolto alle forze dell’ordine, ci sono anche il successo dell’operazione Vulcano condotta dal Ros dei Carabinieri e dalla Dda, così come l’operazione Eclisse messa a segno dalla Guardia di Finanza, l’arresto della 'banda dell’acetilene' da parte dei Carabinieri di Viserba, e le tante azioni, sia grandi sia solo apparentemente piccole, che ogni giorno compiono gli uomini e le donne addetti al controllo del territorio e alla sicurezza. Sono tutti esempi concreti di come la collaborazione e la sinergia fra tutte le diverse forze dell'ordine presenti a Rimini siano sempre foriere dei migliori risultati.Ce lo hanno confermato anche i dati relativi ai delitti rilevati nel 2010 in città, che indicano la decisa diminuzione del numero di reati totali e proseguono un trend nettamente positivo per la sicurezza di cittadini e ospiti".

Il sindaco di Rimini chiude il discorso fissandosi un obiettivo da realizzare: "Non dobbiamo però abbassare la guardia: la città di Rimini non può tollerare comportamenti non in linea con legalità, e contro ogni tipo di attività criminosa ho chiesto e continuerò a chiedere all’interno del Comitato per l'Ordine e la sicurezza interventi di repressione e prevenzione".