giovedì 6 settembre 2012 21:41

Piergiovanni Volpinari. Lettera aperta ai miei Concittadini in Patria e all’estero

Con la presente voglio ringraziare i 176 Concittadini che hanno risposto alla mia lettera aperta del 4 u.s.
La maggioranza di questi si congratula con me e condivide l'analisi fatta sulla situazione in cui è caduto in basso la politica e il Paese.
Altri chiedono di conoscere i personaggi che fanno parte del nuovo soggetto politico e altri ancora sono preoccupati per un eventuale scontro sociale per la situazione economica in cui i vecchi governi hanno messo in angolo il Paese.
La mia lettera aperta era stata pensata quando una parte del Patto per San Marino, che aveva il compito di traghettare il Paese, in primis verso la trasparenza e la legalità, è uscita dal governo. Non conosco le motivazioni di tale gesto, ma dal giorno seguente la DC ha comunicato che i partiti usciti erano rimpiazzati, alle elezioni anticipate dal PSD.    
Questa è stata la mia preoccupazione per cui ho scritto la lettera. E mi sono chiesto: perche mai la DC già penalizzata dalla frammentazione al suo interno che ha creato altri partiti, si è abbracciata con il vecchio compagno di scorribande, rischiando di scomparire dalla scena politica? Non conosco le motivazioni.
La DC che riporta alla ribalta il PSD, che alle origini aveva altri nomi, è un ritorno al passato condannato alle elezioni precedenti dagli elettori. Quest'abbraccio potrà essergli fatale, ma riguardano solamente loro e i cittadini ne prenderanno atto.
Il Nuovo Soggetto politico di cui parlo nella precedente lettera, si riferisce alla nuova alleanza che nascerà in contrapposizione a DC-PSD, che si presenterà alle elezioni di novembre, portando il vento del rinnovamento della politica, con l'ascesa sulla scena politica, di tanti movimenti civici e d'opinione, oltre agli altri partiti tradizionali.
Sono speranzoso per il successo che avrà il nuovo contenitore politico: perché convinto che la popolazione non sosterrà più partiti o patti che hanno fatto la storia più buia della nostra amata Repubblica.
Gli elettori però, dovranno armarsi di coraggio abbandonando le paure a se stesse, e alzare la testa per riprendere il cammino verso una vita sobria e appagante.
Un Nuovo Stato San Marino risorgerà, sostenuto da quanti hanno a cuore i buoni propositi e un migliore governo, chiudendo definitivamente con il passato e con i suoi personaggi.
Un aiuto per questo sarà dato certamente dai concittadini residenti all'estero, che hanno in più occasioni dimostrato la loro saggezza e l'attaccamento alla Repubblica e potuto costatare che il loro Paese è in uno stato increscioso e indescrivibile.
Il nostro Santo patrono Marino non ci abbandonerà neanche questa volta, la Repubblica non perderà la sua sovranità, oggi a rischio.
Riporto dalla stampa alcuni passi delle quartine di Alvaro Casali riferendosi alla Patria nostra:
A tè non son concessi; oggi il soffrire
E' la tua sorte, il duro tuo destino!
Poiché tu viva noi saprem morire,
 
Non mai brillò nel cielo tuo divino
Segno più alto incontro all'avvenire,
Riprendi o Madre, il tuo fatal cammino.
Piergiovanni Volpinari