sabato 4 febbraio 2017 11:18
TROVATA E RIMOSSA CISTERNA INTERRATA PER IDROCARBURI

Rimini. Piazza Malatesta: in primavera al via la prima fase della riqualificazione

Rimini. Piazza Malatesta: in primavera al via la prima fase della riqualificazione
Gli scavi di Piazza Malatesta

RIMINI. Diventerà un giardino, un luogo centrale per la vita sociale della città. A questo è destinata piazza Malatesta, in particolare l'area che dal retro del Teatro Galli si allunga fino all'ingresso di Castel Sismondo. Proprio ieri venerdì 3 febbraio 2017 la Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo per la bonifica ambientale e la messa in sicurezza dell'area, dove era stata ritrovata una ex cisterna per la raccolta degli idrocarburi. Ad aprile dovrebbe essere tutto terminato. Poi inizieranno i lavori di riqualificazione.

Comunicato stampa

La Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo/esecutivo per la bonifica ambientale e la messa in sicurezza dell’area di Piazza Malatesta interessata dai lavori di riqualificazione. In particolare la bonifica riguarda la porzione di piazza sottostante l’ex cisterna interrata per idrocarburi, ritrovata nell’area dell’antico fossato del castello Malatestiano lato nord durante il primo intervento di scavo archeologico eseguito all’inizio dello scorso anno.

Piazza Malatesta come sarà

Dopo un primo intervento d’urgenza, affidato a una ditta specializzata all’indomani della scoperta, e dopo aver rimosso la cisterna, è stato elaborato il progetto per la bonifica completa e per la messa in sicurezza permanente dell’area, che ha ottenuto tutti i pareri e nulla osta necessari da un’apposita Conferenza di Servizi. I lavori saranno realizzati dopo l’affidamento per concludersi tra marzo e aprile con il collaudo finale da parte di Arpae-Sac. Terminata la messa in sicurezza – che comporterà una spesa complessiva di circa 145 mila euro - sarà possibile dare il via al primo lotto di lavori di riqualificazione di piazza Malatesta, destinata a trasformarsi da parcheggio a luogo centrale della vita sociale e culturale della città. Nella prima fase di riqualificazione si interverrà lungo il perimetro della "corte a mare" delimitata dalla falsa braga costituito dal bastione poligonale che si interpone tra l'ingresso del Castello e l'antico fossato.