sabato 14 ottobre 2017 16:05
BILANCIO 2018

Rimini. Il comune di Morciano riduce le spese con il piano di riorganizzazione del personale

Rimini. Il comune di Morciano riduce le spese con il piano di riorganizzazione del personale

Il risparmio stimato è di 80 mila euro

MORCIANO. L'amministrazione comunale di Morciano, al fine di ridurre le spese correnti peer il bilancio 2018, ha elaborato un piano di organizzazione del personale comunale che frutterà un risparmio di 80 mila euro.


[c.s.] Riduzione delle spese correnti, investimenti e accordo con le organizzazioni sindacali: questi gli obiettivi dell' amministrazione comunale di Morciano per il bilancio 2018. Si inizia dal piano di organizzazione comunale che da sola frutterà un risparmio di circa 80mila euro. Il piano prevede anzitutto l'abolizione dell'Ufficio di staff del sindaco, non più attivo già a partire dal secondo semestre dell'anno in corso. Il costo annuale dell'Ufficio di staff era pari a oltre 60 mila euro lordi all'anno. L'altra novità riguarda invece la riorganizzazione delle aree di riferimento del personale. L'amministrazione ha infatti deciso di accorpare due settori (Affari generali e Servizi alla persona), che diventeranno così un ufficio unico con a capo un singolo dirigente. Le aree dell'ente passeranno in questo modo da cinque a quattro. I risparmi generati dal piano si sommano a quelli prodotti dal taglio per due terzi delle indennità di sindaco e assessori, che nel secondo semestre ha permesso di costituire un fondo dal valore di 30mila euro. Nel frattempo prosegue il confronto tra amministrazione comunale e organizzazioni sindacali. Va proprio in questa direzione il protocollo sottoscritto tra Comune e i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil. Il protocollo stabilisce che le relazioni sindacali a livello comunale debbano assumere un carattere organico per garantire la partecipazione della comunità del lavoro in un'ottica di valorizzazione del dialogo sociale. In sostanza, amministrazione e sindacati si impegnano a confrontarsi periodicamente e a individuare strategie comuni su temi quali: bilancio, fiscalità e finanze locali, welfare, riordino istituzionale, Area Vasta Romagna, società pubbliche e partecipate, lavoro, appalti, legalità, sistemi della mobilità, sviluppo locale e politiche scolastiche. Il prossimo incontro è in programma il 16 ottobre.