mercoledì 6 dicembre 2017 07:26
RASSEGNA STAMPA

Rimini. La sindaca: "No ai presepi in Comune e non chiederò di allestirli a scuola"

Rimini. La sindaca:

Il caso di San Clemente

Thomas Del Bianco - Corriere Romagna: IL CASO DI SAN CLEMENTE / La sindaca: "No ai presepi in Comune e non chiederò di allestirli a scuola" / Anche i Cinque stelle si schierano con Mirna Cecchini: «La natività non dev’essere strumentalizzata»

SAN CLEMENTE. La sindaca di San Clemente Mirna Cecchini boccia il presepe in Municipio. E non inviterà i dirigenti scolastici a realizzarlo nelle scuole. «La sfera politica deve essere neutrale di fronte ad eventuali conflitti tra valori religiosi», così Mirna Cecchini, come «rappresentante della laicità dello Stato non darà il nullaosta alla posta di nessuna forma di natività nei luoghi istituzionali». Ma questo «non significa che non si possano fare presepi in aree pubbliche, come piazze, giardini pubblici o anche la biblioteca comunale». E l'albero di Natale? «Il presepe è un segnale religioso ben definito, l'albero di Natale è un addobbo, e si può mettere ovunque». Nell'articolata risposta in consiglio comunale lunedì sera, alla mozione del consigliere di minoranza Alfonso Scala riguardante l'allestimento di un presepe, la sindaca ha sottolineato che «il concetto di laicità implica non indifferenza dello Stato dinanzi alle religioni, ma garanzia dello Stato a salvaguardia delle libertà di religione in regime di pluralismo confessionale e culturale. (...)