domenica 14 aprile 2019 10:25
COCKTAIL E FORMAZIONE

L'arte del Bartender arriva a Cattolica

L'arte del Bartender arriva a Cattolica
Gerardo Marcogiuseppe

"Non c’è più spazio per l’improvvisazione. Da tempo è così nel settore della ristorazione ed oggi, la professionalità, è una qualità che i clienti si aspettano di trovare anche da chi sta dietro il banco di un bar.

Ecco allora che dopo Cervia - si legge nella nota degli organizzatori -, sbarca anche a Cattolica, nel contesto di un nuovo spazio polifunzionale in via Caboto, l’International Bartender Academy. Primo appuntamento il 15 aprile con un corso di formazione intensivo di  American Bar:  45 ore piene con Gerardo Marcogiuseppe che conosce il mondo che sta dietro al bancone e l’evoluzione che ha registrato nel tempo.

«Il bar si è evoluto tantissimo negli ultimi anni e così la figura del barista – conferma Gerardo – il bartender oggi studia, fa sperimentazione, passa del tempo in cucina per realizzare prodotti e preparazioni. E’ una figura richiesta dal mercato del lavoro, tanto che spesso siamo contattati dai locali che ci chiedono informazioni sui ragazzi che formiamo».

Il corso a Cattolica

«Nel nuovo spazio di Cattolica – spiega Gerardo Marcogiuseppe - abbiamo postazioni e attrezzatura per tutti i corsisti, in modo che nessun debba ruotare con l’altro. Le 45 ore di corso sono effettive. Il corso base consentirà ai partecipanti di padroneggiare la tecnica e la conoscenza di quello che è il mondo del bar. Sapere, ad esempio, che cosa significa bilanciare un drink. Ho deciso di partire dall’American Bar perché è nato per essere accattivante, per stupire ed attrarre il cliente. Le persone vengono al bancone e il loro coinvolgimento parte già dalla preparazione del drink e bevono per piacere, per avere una bella esperienza gustativa. E’ ciò che oggi molti cercano ed essere capaci di muoversi dietro il banco fa la differenza».

Nel dettaglio

«I primi giorni di corso affronteremo tematiche tecniche – precisa Gerardo -. Dal come si impugna una bottiglia all’utilizzo dell’oncia, facendo le varie versate, i conteggi, le prove, come muoversi dietro il banco, ecc. Poi vedremo tutte le tecniche di lavorazione e studieremo il ricettario I.B.A., simulando i vari drink. I corsisti affronteranno anche la sfida dello Speed Round. Naturalmente non mancherà il tema della merceologia. Ci avvicineremo anche al mondo del Flair, conosciuto anche come Free Style. Ci saranno poi delle esercitazioni finali con l’idea di rendere i corsisti in grado di creare un cocktail avendo a disposizione determinati ingredienti».

Progetti futuri

«Quello del 15 aprile sarà solo il primo appuntamento di un calendario corsistico che stiamo completando proprio in questi giorni – spiega Gerardo -. La nostra offerta formativa è infatti piuttosto ampia. Si va dai corsi di mixology, di flair e di molecolare, per rimanere nel mondo dei cocktail, ma anche corsi di management e gestione di un cocktail bar. Ma siccome il bar racchiude diverse professionalità, spaziamo anche nei corsi di caffetteria e di latte art. Ma potrei continuare. Chiunque volesse seguirci può ad ogni modo visitare la nostra pagina Facebook: “International bartender academy”».

 

Caratteristiche del corso di American Bar

Partenza: 15 aprile 2019

Ore di corso: 45 suddivise in 4 ore e mezza di lezione per 10 giorni.

Possibilità di scegliere orario mattutino o pomeridiano.

Numero di corsisti: 6 corsisti ogni turno.

 

I temi affrontati dal corso

Free Pouring;

Tecniche di versaggio libero;

Merceologia;

Studio di prodotti alcolici;

Tecniche di preparazione Cocktail;

Analisi e organizzazione del bando di lavoro;

Speed Round;

Studio delle ricette I.B.A. e di tendenza;

Sevizio e prestazione di un prodotto in bottiglia;

Analisi dei costi e gestione di una attività;

Movimenti acrobatici da banco;

Esami finali e consegna attestati.

 

Costo del corso: 490,00 euro

Sede del corso: via S. Caboto 45 A – Cattolica (RN)

Informazioni e prenotazioni: 389-8740662

Fonte: Varie