venerdì 7 giugno 2019 09:37
RASSEGNA STAMPA

‘Sexy barista svuotava residence e case’, ex ombrellina del MotoGp a Misano

‘Sexy barista svuotava residence e case’, ex ombrellina del MotoGp a Misano

In manette l’ex ombrellina Diana Monno e il fidanzato: bottino da 120mila euro

GRAZIA BUSCAGLIA Il Resto del Carlino: Stavolta  è lei che ha sbandato ed è finita fuori strada, quella della legalità. Per Diana Monno, 36 anni, pugliese da tempo residente a Riccione, un passato da ombrellina del MotoGp a Misano ma soprattutto sexy barista in un locale all’uscita del casello dell’A14, balzata anche gli onori della cronaca per lo stuolo di clienti ‘sedotti’ dalle sue curve, si sono aperte le porte del carcere di Forlì. Insieme a lei è finito dietro le sbarre anche il fidanzato, Pietro Lafabiana, ex gestore del locale Bobo a Misano. I ‘Bonnie e Clyde’ si sarebbero specializzati in furti in residence, ma anche ricettazione ed estorsione. Un ‘lavoro’ alternativo che, stando alle prime informazioni trapelate dai carabinieri di Riccione che conducono le indagini, avrebbe fruttato 120mila euro. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata firmata dal gip Benedetta Vitolo su richiesta del sostituto procuratore, Davide Ercolani, che coordina l’inchiesta. Ai domiciliari anche il fratello di lui, mentre ha l’obbligo di firma per ricettazione di un orologio Rolex, un 53enne di Fano.  (....) . Ieri mattina i due sono comparsi davanti al giudice per l’interrogatorio di garanzia. Lafabiana, difeso dall’avvocato Greco, si è addossato la colpa di alcuni furti nei residence scagionando la compagna. Diana Monno si è avvalsa della facoltà di non rispondere. 

(foto da Il Resto del Carlino)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino