domenica 11 agosto 2019 09:25
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Assalto con esplosivo al bancomat delle Poste

Rimini. Assalto con esplosivo al bancomat delle Poste

Assalto con esplosivo al bancomat delle Poste

Distrutto l’ufficio di via Euterpe. Caccia ai banditi fuggiti con 15mila euro

GRAZIA BUSCAGLIA - MANUEL SPADAZZI. UN BOATO nella notte, violentissimo. «Una bomba...», hanno pensato molti residenti della zona di via Euterpe che sono stati letteralmente scaraventati giù dal letto. Ma l’esplosivo, poco prima delle due dell’altra notte, era mirato a far saltare per aria il bancomat dell’ufficio postale, all’altezza del centro commerciale Ausa. E ci sono riusciti i componenti della banda. In tre, forse quattro malviventi, tutti incappucciati e con il volto travisato, hanno riempito di gas esplosivo lo sportello automatico e azionato l’innesco. Questione di pochi attimi e la miscela ha fatto il suo lavoro. L’esplosione ha scardinato la cassaforte, consentendo ai malviventi di arraffare quante più banconote possibili. Dalle prime indiscrezioni trapelate sembra che il bottino superi i quindicimila euro. Ma il forte boato ha fatto scattare immediatamente l’allarme ed il centralino della questura è stato bersagliato di telefonate di cittadini allarmati. Così l’arrivo delle volanti a sirene spiegate ha costretto i banditi ad anticipare la fuga su un’auto risultata rubata e non ancora ritrovata dagli investigatori. Sul posto sono accorsi gli uomini della Polizia scientifica per i rilievi, ma anche quelli della Mobile che stanno già visionando le telecamere della zona per tentare di dare un nome ed un volto ai banditi. A DARE l’allarme è stato uno dei dipendenti del forno Balducci, che in quel momento era al lavoro in laboratorio per preparare il pane.  (...)

Tratto da Il Resto del Carlino