giovedì 10 ottobre 2019 09:55
RASSEGNA STAMPA

Rimini. «Spiagge e concessioni, tempo scaduto»

Rimini. «Spiagge e concessioni, tempo scaduto»
Giorgio Mussoni

«Spiagge e concessioni, tempo scaduto»

Mussoni (bagnini di Oasi) in pressing sulle amministrazioni per la proroga

MARIO GRADARA. «QUELLA che ha esteso le concessioni di spiaggia al 2034 è una legge dello Stato. I Comuni la devono solo applicare. Alcuni lo hanno fatto, qualcuno solo dopo innumerevoli pressioni. E’ doveroso che lo facciano tutti». Parole e musica di Giorgio Mussoni, presidente nazionale dei bagnini di Oasi Confartigianato. Che per alzare il livello di attenzione sul tema delle concessioni demaniali, ha deciso, insieme ai vertici delle associazioni Fiba-Confesercenti, Cna balneatori e Sib-Confcommercio, di intitolare ad esso l’assemblea nazionale annuale di oggi, al Ttg - Sia - Sun in Fiera. «Non faccio riferimenti a questo o a quel Comune – prosegue Mussoni – ma segnalo di essere sempre stato convinto, sino ad ora, che per applicare una legge non servissero pressioni o reiterate richieste. Prendo atto che, nel caso delle concessioni demaniali di spiaggia, non è così». «Come si può immaginare una categoria economica che deve alzare la voce perché i Comuni applichino una legge dello Stato che dice ‘sono prorogate’? La normativa emanata dal precedente governo dà quel chiaro indirizzo».  (...)

Tratto da Il Resto del Carlino