mercoledì 6 novembre 2019 07:41
RASSEGNA STAMPA

Rimini. «Quella stella di David sfregia la memoria»

Rimini. «Quella stella di David sfregia la memoria»

«Quella stella di David sfregia la memoria»


Ritrovata ieri all’ingresso dell’assessorato che organizza i viaggi nei campi di sterminio. Laura Fontana: «Non potevamo tacere»


Soltanto pochi giorni fa, al teatro Galli, Valter Malosti ha portato in scena «Se questo è un uomo», per il centenario della nascita di Primo Levi. A ottobre, invece, una cinquantina di studenti riminesi erano andati a visitare il campo di sterminio a Lublino, in Polonia. Ecco perché non poteva passare inosservato né sotto silenzio a Rimini, che è stata la prima città italiana a promuovere e finanziare i viaggi nei luoghi dello Shoah, lo squallido gesto che è stato compiuto da ignoti. Una stella di David, realizzata coi depliant di una vecchia mostra di Renè Gruau - sovrapposti e uniti tra loro con del nastro adesivo - è stata ritrovata all’ingresso della palazzina dove ha sede l’assessorato alla Cultura di via Cavalieri (...)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino