sabato 9 novembre 2019 11:49
RASSEGNA STAMPA

Rimini. “Tempesta emotiva”? La Corte suprema nega lo sconto all’assassino di Olga

Rimini. “Tempesta emotiva”? La Corte suprema nega lo sconto all’assassino di Olga
Olga Matei

“Tempesta emotiva”? La Corte suprema nega lo sconto all’assassino di Olga

La Cassazione annulla con rinvio la sentenza d’appello che dimezzò la condanna da trenta a sedici anni

ANDREA ROSSINI. I giudici della prima sezione penale della Corte di Cassazione (presidente Monica Boni), hanno annullato con “rinvio” la sentenza di appello che dimezzò (da 30 a 16 anni) la pena inflitta in primo grado a Michele Castaldo per l'omicidio di Olga Matei, la donna strozzata il 5 ottobre 2016 all’interno della propria abitazione a Riccione. Nei confronti dell’uomo, detenuto a Ferrara e difeso dall’avvocato Monica Castiglioni, sarà quindi celebrato un processo di appello-bis a Bologna, «limitatamente al riconoscimento delle attenuanti generiche». Erano principalmente quelle l’oggetto del ricorso presentato dal procuratore generale di Bologna Paolo Giovagnoli che le riteneva una concessione «non dovuta ed erronea». Le attenuanti, ritenute equivalenti alle aggravanti, avevano portato allo “sconto”. (...)

Tratto dal Corriere Romagna