giovedì 9 gennaio 2020 15:19
CRONACA

Rimini. Controlli della Polizia: 39 arresti durante le festività di Natale

Rimini. Controlli della Polizia: 39 arresti durante le festività di Natale

Trentanove persone finite in manette - una di loro per la rapina di un Rolex - e più di 2.400 persone controllate: è il bilancio dei controlli eseguiti dalla Polizia di Rimini durante il periodo delle festività natalizie con il coordinamento della Questura. 

"Il dispositivo di sicurezza predisposto dalla Questura di Rimini - si legge in una nota - ha vigilato sulle festività natalizie, garantendo l’ordinato svolgimento dei numerosi eventi - religiosi e civili - organizzati a Rimini e in Provincia, eventi che hanno visto la partecipazione di diverse migliaia di turisti e cittadini.
La pianificazione strategica dei servizi effettuata con l’Arma dei Carabinieri, con la Guardia di Finanza e con i diversi comandi delle Polizie Municipali ha infatti permesso di ottimizzare le risorse a disposizione per gli eventi: mediante un’attenta attività di coordinamento e di sinergica collaborazione, è stato infatti possibile migliorare l’efficacia preventiva e repressiva dei servizi espletati, perfezionando l’articolato meccanismo di sicurezza appositamente predisposto".


"Particolare attenzione - prosegue la nota - è stata rivolta ai diversi eventi religiosi legati al Natale e all’Epifania, nonché agli eventi musicali e culturali che hanno scandito un fitto calendario programmato dal Comune di Rimini, di Riccione e degli altri comuni della Provincia
La Polizia di Stato ha gestito la sicurezza di tutti gli eventi del centro storico di Rimini e Riccione evitando turbative all’ordine pubblico e prevenendo episodi di criminalità diffusa, provvedendo nel contempo all’attività di prevenzione e repressione dei reati.
L’intensa attività si è palesata in alcuni emblematici numeri: il controllo di 2483 persone, 38 esercizi pubblici e 754 autoveicoli e la predisposizione di 75 posti di controllo. In ossequio alle richieste pervenute da alcune scuole non sono mancati controlli in prossimità di quest’ultime, al fine di prevenire la vendita di sostanza stupefacente agli studenti. Non sono mancati i controlli alle persone sottoposte agli arresti domiciliari, ne sono stati effettuati infatti 60. Sono stati effettuati 298 interventi e ricevute al 112 NUE 6783 chiamate.


"Durante queste festività sono state denunciate 39 persone e arrestate 8. Tra gli arresti più importanti devono segnalarsi:
uno per rapina di un Rolex ;
uno per detenzione di droga ai fini di spaccio e resistenza dell’ultimo soggetto che mancava all’appello dell’operazione Clean Park della Squadra Mobile che ha portato all’arresto di 9 persone e all’emissione di 6 misure del divieto di dimora;
uno per danneggiamento aggravato di un soggetto che, uscito dalla Questura in quanto denunciato per spaccio, spaccava lo specchietto di un’auto di servizio.
uno per evasione dai domiciliari di un soggetto che si temeva potesse tornare dall’ex compagna verso cui ha un divieto di avvicinamento.
Nella giornata di lunedì, 6 gennaio, ultimo giorno delle festività natalizie, è stato effettuato un arresto per tentata rapina impropria, di C.G., trentasettenne casertano. Alle ore 17:00, alla sala operativa, è pervenuta la segnalazione che in P.za Cavour si era verificato il tentativo di furto di una bicicletta, regolarmente chiusa negli stalli di parcheggio e che l’autore del fatto, una volta scoperto da alcuni testimoni sul posto nonché dalla richiedente (sempre in collegamento telefonico con l’operatore radio) si era dato alla fuga verso via Gambalunga in direzione stazione. Prontamente gli operanti, grazie alla dettagliata descrizione della richiedente l’intervento, iniziavano nella zona indicata le ricerche del soggetto. Il C.G., veniva subito trovato ed oltre ad ammettere nell’immediato di aver cercato di rubare una bicicletta riferiva che vistosi scoperto da alcuni passanti, l’aveva lasciata in loco dopo avergli tagliato la catena che la assicurava alla rastrelliera.
In una tasca interna del giubbino indossato dal C.G. veniva rinvenuta una tronchese in metallo ed un taglierino in metallo. La richiedente l’intervento riconosceva l’arrestato come colui che poco prima era stato fermato da un ragazzo, rimasto ignoto mentre tentava di rubare una bicicletta. In quel frangente il malintenzionato decideva di tentare la fuga ma veniva bloccato dall’uomo che, senza toccarlo fisicamente, gli si poneva di fronte negandogli di scappare, e chiedendogli almeno di riportare il mezzo nel posto in cui lo aveva prelevato. L’uomo, al fine di guadagnarsi la fuga, spintonava il ragazzo. Riuscito a scappare, veniva però subito intercettato dalla Polizia ed arrestato.
Anche le specialità della Polizia di Stato hanno contribuito a rendere queste festività più sicure sia per cittadini che turisti.
La Polizia stradale ha assicurato l’attività di vigilanza non solo presso i caselli e gli snodi autostradali della provincia, ma anche presso le principali arterie stradali della provincia al fine di garantire la regolarità delle fasi di afflusso e deflusso dei turisti in occasione degli eventi che hanno interessato la provincia di Rimini. La Polizia Stradale ha impiegato 105 pattuglie, emesso 405 infrazioni: di cui 18 per guida in stato di ebrezza, 3 per guida sotto l’influenza di stupefacenti, 43 per eccesso di velocità, 21 per mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, 15 per utilizzo del telefono cellulare. La Polizia Stradale ha controllato 750 veicoli, sottoposto 477 persone ad etilometro e decurtato 579 punti-patente ritirando 25 patenti.
La Polizia Ferroviaria ha controllato 768 persone, messo 91 pattuglie a controllo dello scalo ferroviario e arrestato 2 soggetti.
La Polizia Frontiera, nel garantire la sicurezza dello scalo aereoportuale, ha controllato 8102 persone, messo in opera 48 equipaggi, controllato 60 voli e respinto alla frontiera 4 soggetti.
La Polizia Postale ha denunciato 9 persone e monitorato 14 siti.
Le Forze dell’ordine, inoltre, senza trascurare i normali servizi di controllo del territorio (che per l’occasione sono stati adeguatamente potenziati al fine di rispondere alle accresciute esigenze), hanno garantito la loro presenza presso tutti gli altri principali luoghi di ritrovo della città: dal mare al centro storico, da Cattolica a Bellaria, numerose sono state le pattuglie messe in campo (oltre che dalla Polizia di Stato e dai Carabinieri) dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia Municipale di Rimini, presso i parchi cittadini e i centri commerciali e cinema del capoluogo, che hanno richiamato migliaia di persone per le spese natalizie".