sabato 21 marzo 2020 07:47
RASSEGNA STAMPA

Rimini. Coronavirus, quasi esauriti i posti letto negli ospedali

Rimini. Coronavirus, quasi esauriti i posti letto negli ospedali

Il virus precetta anche la sanità privata

Il direttore generale dell’Ausl, Marcello Tonini: “È necessario, in via cautelativa, prevedere l’ampliamento dei posti letto”

MANUEL SPADAZZI - I posti letto negli ospedali del Riminese rischiano, in tempi brevi, di non essere più sufficienti per l’emergenza Covid-19. Perché il picco deve ancora arrivare, e intanto continua ad aggravarsi il bilancio dei contagiati e dei ricoveri. Anche nella giornata di ieri si sono registrati 66 casi in più e un’altra vittima. Ecco perché, spiega il direttore generale dell’Ausl, Marcello Tonini, è necessario aumentare i posti “facendo ricorso anche alle strutture sanitarie private e agli alberghi”. Attualmente “è occupata oltre la metà (tra il 50 e il 55 per cento) dei posti letto dedicati all’emergenza coronavirus negli ospedali della provincia di Rimini. È preoccupante il numero di pazienti che accedono ai pronto soccorso e che vengono ricoverati e pertanto – annuncia Tonini – è necessario, in via cautelativa, prevedere l’ampliamento dei posti letto anche attingendo dalle case di cura private per far fronte alla patologia ordinaria (i casi meno gravi)”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino