mercoledì 5 agosto 2020 08:29
RASSEGNA STAMPA

Cattolica. Arrivano i Carabinieri a casa, ma stava giocando con le figlie a guardie e ladri

Cattolica. Arrivano i Carabinieri a casa, ma stava giocando con le figlie a guardie e ladri

“Giocavo a guardie e ladri con le bimbe e sono arrivati i carabinieri a casa”

Lo hanno rintracciato in un bar poco lontano da casa, hanno proceduto all’identificazione in caserma e a una accurata perquisizione all’interno dell’abitazione nella quale vive da qualche tempo a Cattolica. I Carabinieri cercavano una pistola che in realtà non c’era e non è stata trovata. A raccontare l’accaduto è il protagonista della vicenda un cinquantenne che sostiene di essere rimasto vittima di un fraintendimento, se non addirittura di un dispetto. “Giocavo con le mie bambine: guardie e ladri, indiani e cow-boy, ho addirittura montato una piccola tenda e può essere che abbia finto di sparare o di essere colpito, ma non possiedo armi neanche giocattolo. Dal mio punto di vista è una situazione paradossale”. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782